Esercizio fisico e cure naturali proteggono gli occhi

Tra le patologie oculistiche in crescita c’è la retinopatia diabetica,proliferante,sclerotica,fino alla maculo-patia degenerativa che colpiscono spesso anche in età relativamente giovane e contro le quali non ci sono cure.Un recente studio condotto presso l’Università di Sherbrooke in Canada e pubblicato sul Canadian Jornal of Physiology and Pharmacology,che ha rivelato che gli acidi grassi contenuti negli oli vegetali e gli acidi grassi essenziali Omega3 hanno la capacità di migliorare la fluidità della membrana cellulare retiniche,rendendola più flessibile e migliorando la trasmissione della luce.

Un’ altro studio sulle patologie oculistiche,condotto su topi dalla Emory University e pubblicato sul Journal of Neuroscience,mette in relazione la salute degli occhi con l’attività fisica. La ricerca suggerisce che i pazienti che manifestano i primi segni di maculopatia (malattia della retina diffusissima soprattutto tra gli anziani) potrebbero registrare un rallentamento della degenerazione retinica grazie a un piano di attività fisica mirato.

Gli esperti hanno sottoposto i topi di laboratorio a quattro settimane di attività fisica su un tapis roulant e, dopo la seconda settimana, hanno causato la degenerazione retinica con un flash di luce forte. E’ stato poi confrontato il danno retinico degli animali sottoposti a un’ora di corsa al giorno per cinque giorni a settimana con quello di topi con analogo danno retinico ma inattivi fisicamente. Gli occhi delle cavie del primo gruppo sono risultati protetti dalla ginnastica, mostrando una minore degenerazione della retina. Inoltre, nell’organo della vista è stata riscontrata la presenza di un fattore di crescita, il BDNF, molecola protettiva delle cellule nervose e retiniche.

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie