La solitudine può essere letale per gli anziani

Di solitudine si può anche morire.Uno studio dell’Università di Chicago ha messo in luce gli effetti devastanti del sentirsi isolati specialmente negli anziani.Le persone che si sentono sole hanno il 14% in più di probabilità di morire prima del tempo.

Il  professore di psicologia all’UC dottor John Cacioppo, e colleghi hanno condotto un’ analisi per studiare le differenze che vi sono nel tasso di declino della salute fisica e mentale nelle persone anziane, scoprendo che queste differenze erano drammatiche. In particolare, i ricercatori hanno esaminato il ruolo della soddisfazione nelle relazioni delle persone anziane nello sviluppare la resilienza, ossia la capacità di riprendersi dopo le avversità, superare lo stress e procedere nella vita.Se dunque lo status socio-economico ha un impatto sulla salute mentale e fisica, e sulla capacità di far fronte alle avversità, anche il sentimento di isolamento ha un notevole impatto, con drammatiche conseguenze sulla salute. Il sentirsi isolati può, per esempio, causare disturbi del sonno, favorire la depressione, aumentare i livelli mattutini di cortisolo (l’ormone dello stress), alterare l’espressione genica delle cellule immunitarie e aumentare la pressione sanguigna. Il tutto, con una sensazione di malessere generalizzato.

Lo studio, presentato durante l’American Association for the Advancement of Science Annual meeting di Chicago, mostra come il sentirsi isolati dagli altri, piuttosto che la solitudine in sé, possa influire sulla salute arrivando addirittura a ridurre l’aspettativa di vita. Un caso evidente in cui ciò che si pensa di se stessi e della propria condizione può avere un maggiore impatto che non una reale situazione.

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie