Lo Stress causa il mal di testa, ci sono le prove

Un recente studio condotto in Germania dall’Università di Duisburg-Essen ha dimostrato che lo stress può scatenare forti mal di testa ed emicranie. L’esperimento ha coinvolto più di 5mila persone tra i 21 e i 71 anni . Ai volontari è stato chiesto di stimare il proprio livello di stress su una scala da zero a cento in quattro occasioni all’anno per due anni di seguito. Inoltre, è stato loro chiesto se soffrissero di cefalee e di che tipo.

E’ emerso che il 31% dei partecipanti soffriva di cefalea tensiva, il 14% di emicrania, l’11% di una combinazione tra le due e il 17% di una forma non classificata di cefalea. Quelli con cefalea tensiva hanno valutato il proprio livello di stress mediamente intorno a 52 sulla scala da zero a 100. Per chi soffriva di emicrania lo stress era mediamente a 62 e 59 per chi soffriva di una combinazione dei due tipi di cefalea.Per entrambi i tipi di mal di testa, un aumento dello stress percepito è risultato associato a un aumento nel numero degli attacchi avuti in un mese. In particolare, per la cefalea tensiva un aumento di 10 punti dello stress corrispondeva a una crescita del 6,3% del numero mensile di attacchi, per l’emicrania del 4,3% e per i due mal di testa combinati del 4%.

La via per stare bene: ridurre la tensione interna e fare tanto sport

È fondamentale imparare a portare fuori di sé le emozioni forti, lasciare che emergano e si esprimano. Via libera alla commozione e alle lacrime; sì al disegno libero, sì al ballo scatenato. Concediamoci ogni tanto anche qualche arrabbiatura “pubblica” o di esprimere verbalmente la nostra contrarietà a qualcosa che ci viene imposto: in fondo non è così grave se ogni tanto passiamo per burberi. Sono tutte cose che, riducendo la tensione interna, possono impedire in diversi casi che si inneschi l’emicrania.

Un modo molto efficace per sottrarre energia all’emicrania da forti emozioni è fare un’attività fisica che preveda uno sforzo massimale. La muscolatura cioè deve fare almeno qualche movimento nel quale “dà tutta se stessa”, così da sfogare gli inevitabili accumuli del quotidiano. Aiuta quindi fare attività fisica, purché sia qualcosa che appassiona molto. Bisogna però essere costanti nel tempo e i benefici sono assicurati.

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie