I matrimoni si annullano per “Mammismo”

Bamboccioni,sfigati,choosy e ora la Chiesa conia il termine“Mammismo”.Monsignor Paolo Rigon, vicario giudiziale del tribunale ecclesiastico della Liguria:vi sono «numerose forme di dipendenza che inficiano gravemente la vita coniugale e dalle quali non c’è la volontà di staccarsi – ha detto – la prima è quella della dipendenza patologica dai propri genitori o da uno di essi: insomma quello che si chiama ‘mammismo’ per cui per ogni scelta, per ogni mossa, è necessaria l’approvazione del genitore che di fatto diventa patologicamente il vero coniuge, mentre la persona che si è sposata sarà solo la sostituta».

Rigon ha indicato anche le «problematiche di tipo sessuale», l’acol e la droga, l’incapacità di essere fedeli, l’incapacità di relazionarsi col coniuge, le personalità antisociali.I giovani scontano l’impossibilità di diventare adulti e, dunque, hanno l’”obbligo” di essere giovani ad oltranza.

Nel 2013 il tribunale ecclesiastico della Liguria ha dichiarato nulli 97 matrimoni. Le cause in corso alla fine dell’anno scorso erano 231 (214 alla fine del 2012), le nuove cause proposte al tribunale ecclesiastico sono state 97. A Genova le cause chiuse nel 2013 sono state 51, 16 a Chiavari, 10 a Tortona, 6 a Savona, 5 ad Albenga e Ventimiglia, 4 alla Spezia. Le cause di secondo grado provenienti da Milano e chiuse nel 2013 sono state 167. Le nuove cause introdotte nello scorso anno alla sacra rota sono state a Genova 58, 15 a Chiavari, 14 ad Albenga, 10 a Savona, 6 a La Spezia e Tortona, 4 a Ventimiglia e 1 a per incarico della Santa Sede.

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie