Sicurezza on-line,Microsoft presenta “Do 1 thing”

Per sensibilizzare minorenni e genitori sui possibili rischi derivanti dalla Rete, Microsoft lancia la campagna “Do 1 thing”. L’iniziativa mira a diffondere comportamenti e norme per tutelarsi da potenziali pericoli.

Oltre a Microsoft, “Do 1 thing” vede anche la partecipazione della Polizia Postale e di altre aziende dell’informatica. Proprio ieri-in occasione della Giornata europea sulla sicurezza online- è stato presentato il progetto all’Istituto Comprensivo Cavalieri di Milano. “Come azienda-ha spiegato Carlo Mauceli, Chief Technology Officer e Security Lead di Microsoft Italia – sentiamo la responsabilità di mettere chiunque nelle condizioni di potere usare la tecnologia al meglio e di potere fornire a tutti le competenze per un utilizzo sempre più consapevole e corretto di Internet”. All’incontro era presente anche Francesca Valla, la famosa tata della tv. Riferendosi alla famiglia, ha spiegato che è compito dei genitori impegnarsi nella tutela dei figli “in ogni forma, anche in quella virtuale”.

Cyberbullismo, pedopornografia e truffe sono i reati più comuni che colpiscono i minorenni che navigano su internet. La scorsa settimana ha fatto discutere un video ripreso col telefonino dove una ragazzina picchiava una rivale in amore. Proprio sul fronte della prevenzione, Lisa Di Berardino- Vice Questore Aggiunto della Polizia Postale- spiega che è un fattore chiave per limitare la ricorrenza di questo tipo di reati.  “In un contesto come quello odierno- continua Di Bernardino- in cui i ragazzini si avvicinano al web sempre più in giovane età, è fondamentale che tutti gli attori coinvolti abbiano gli strumenti per un uso consapevole della rete”. Intanto da Microsoft Italia fanno sapere che insieme alla Polizia Postale proseguiranno altre attività. “Vogliamo continuare a diffondere una cultura globale della sicurezza in Rete- conclude Mauceli- mostrando come a volte basti anche solo adottare un comportamento più attento per rendere Internet solo quel luogo sicuro in cui trovare ciò che ognuno cerca”.

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie