Tav, indagato Erri De Luca: la Tav va fermata,arrestata e pertanto sabotata

Erri De Luca: “la Tav va fermata,arrestata e pertanto sabotata“,per queste dichiarazioni a sostegno della comunità della Val di Susa è  indagato dalla procura di Torino . Su Facebook lo scrittore ha commentato così la vicenda: “Ricevo l’incriminazione per avere istigato al sabotaggio della Tav in Val di Susa. Citano le mie parole a sostegno. Per uno scrittore il reato di opinione è un onore”. E in un successivo post ha aggiunto: “Le mie parole sulla lotta contro la Tav in Val di Susa stanno tra virgolette nel capo di imputazione firmato dalla Procura di Torino. Quelle parole stanno tra virgolette come prova del crimine. Quelle mie parole stanno in manette tra le virgolette. Non posso scioglierle ma posso ribadirle. L’opera Tav in Val di Susa è di catastrofica nocività per aria, acqua, suolo e salute pubblica di quella terra, oltre che grottescamente inutile. Da recidivo delle mie convinzioni dichiaro che va fermata, arrestata e pertanto sabotata”.

Già nei mesi scorsi queste dichiarazioni di Erri De Luca avevano fatto discutere. E ieri è arrivato anche il comunicato della Feltrinelli, storica casa editrice dello scrittore: “Esprimiamo tutta la nostra solidarietà a Erri De Luca, di cui Feltrinelli è da venticinque anni l’orgoglioso editore. In un paese civile il dibattito culturale e politico non può prescindere dalla pluralità di opinioni e punti di vista, né si possono criminalizzare le espressioni di dissenso, le idee disobbedienti, le voci ‘contro'”.

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie