Anello vaginale, un metodo rivoluzionario anticoncezionale e contro Hiv

Un team di ricercatori americani ha messo a punto un nuovo metodo rivoluzionario per prevenire le gravidanze e evitare infezioni:si tratta di un anello vaginale in grado di rilasciare sia un contraccettivo che un farmaco anti Hiv.Lo studio,pubblicato sulla rivista Plos One,è stato sviluppat dall’ingegnere biomedico Patrick Kiser della Northwestern University e dal suo team.

Al momento l’anello vaginale anti Hiv e anticoncezionale ha dimostrato la sua efficacia solo nei test di laboratorio condotti sui primati. Prima che il prodotto entri in commercio, si devono ancora attendere i test clinici che saranno effettuati direttamente sulle donne. Tuttavia gli sviluppatori sono ottimisti sulla sua futura diffusione.

Il nuovo anello vaginale potrebbe rivoluzionare il campo della contraccezione e della prevenzione alle malattie sessualmente trasmissibili. Rispetto ai suoi predecessori, risulta essere più comodo e capace non solo di rilasciare una dose precisa di levonorgestrel, il contraccettivo, ma anche di tenofovir, il farmaco antiretrovirale.Il prodotto è formato da segmenti di poliuretano simili a serbatoi che sono singolarmente regolabili per fornire il dosaggio desiderato per i rispettivi farmaci.

L’efficacia dell’anello creato da Patrick Kiser è garantita per 90 giorni, e le dosi di contraccettivo che rilascia risultano essere, a pari efficacia, estremamente inferiori rispetto a quelle normalmente assunte per via orale.

 

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie