Cambio di stagione, ecco come fare il tagliando a tutto l’organismo

Ad ogni cambio di stagione sarebbe importante per qualche giorno modificare il proprio stile di vita,così come si alternano i mesi dell’anno anche il corpo cambia i propri ritmi. Secondo la tradizione contadina alla fine dell’inverno è necessario purgarsi per liberare l’organismo dalle tossine lasciate dal ciclo biologico precedente: il nostro corpo, in effetti, è come un motore che, per funzionare a pieni giri, ha bisogno di avere gli ingranaggi puliti e oliati. Se viceversa questi ultimi sono sporchi e carichi di scorie, il motore non offre la resa che ci si aspettava e per di più si usura in fretta.

Cosa fare? Anzitutto dobbiamo smaltire presto e bene le tossine invernali che appesantiscono l’organismo impedendogli una brillante ripartenza primaverile. Se ci sentiamo pesanti e assonnati, se abbiamo la digestione lenta, se ci compare facilmente un cerchio alla testa, significa che il nostro metabolismo è rallentato dalla presenza di minuscoli nemici che si sono depositati là dove la produzione di energia dovrebbe marciare più spedita. Ecco allora cosa vi suggeriamo di fare in questo periodo per mettere il vostro organismo nelle condizioni ottimali per accogliere l’ormai imminente arrivo della primavera.

Fare attenzione all’aria che si respira
Se potete, almeno un paio di giorni la settimana andate fuori città, in collina, in un bosco… e ossigenate opportunamente i polmoni: è un modo semplice ma efficace per “ripulire” il sangue da tutte le impurità.

Incrementare il drenaggio quotidiano:favorite la diuresi e con essa il lavoro di smaltimento dei reni bevendo “almeno” un litro e mezzo di liquidi al giorno, scegliendo tra acqua naturale, tisane, frutta e verdura ricchi di liquidi, come gli agrumi di stagione.

Aumentare l’attività fisica:anche se vi muovete sempre in auto per un mese mese camminate, non usate l’ascensore e fate le scale, aumentate la frequenza in palestra, andate a ballare. Insomma: usate i muscoli per bruciare le scorie.

Più fibre a tavola:per favorire l’attività digestiva e di smaltimento, a febbraio arricchite la dieta quotidiana con le fibre presenti soprattutto nelle verdure crude e nei cereali integrali

Mettere in atto una leggera purgazione:Un purgante naturale (se ne trovano diversi in erboristeria) disintossica e rinfresca l’intestino, liberandolo dalle sostanze non assorbibili e favorendo il ripristino della flora intestinale e di un adeguato livello energetico.
fonte:riza.it

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie