il dolore cronico apre le porte alla depressione

I dolori fisici cronici sono ormai parte del quotidiano di molte persone,minano anche la salute del cervello e il tono dell’umore e possono far ammalare di depressione.Una delle realtà più frequenti in medicina di base. Favoriti da un uso massiccio di analgesici e da uno stile di vita pressante, i dolori fisici cronici sono ormai parte del quotidiano di molte persone.

Un paziente su due soffre di depressione, il 22% si sente impossibilitato a vivere e l’11% ha perso speranza e dignità,queste sono le emozioni che accompagnano chi ha una sintomatologia dolorosa cronica.Parole del dolore,un progetto promosso dall’Associazione Vivere senza dolore Onlus ha ha dato voce attraverso la scrittura alle persone costrette a convivere ogni giorno con la sofferenza cronica, che spesso si sentono sole e incomprese, perché incapaci di esternare in maniera adeguata la propria condizione.

“Il dolore è impossibilità a vivere”. “Il dolore cancella i colori intorno a me”. “Ti sfinisce più della malattia”. “Perché devo aspettare la morte per non avere più dolore?”. Queste alcune delle 141 testimonianze di pazienti e cittadini, che hanno affidato alla scrittura pensieri ed emozioni suscitati dalla sofferenza. Frasi raccolte da Vivere senza dolore nelle piazze e negli ambulatori degli ospedali, trasmesse in diretta, tramite Facebook, ai medici riuniti al Congresso e lette in simultanea dai clinici, allo scopo di creare uno spunto di riflessione: un angolo di lettura del problema attraverso gli occhi del paziente.

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie