Metastasi nel tumore del colon, straordinaria scoperta tutta italiana

Straordinaria scoperta da parte di un team di ricercatori italiani: individuate le staminali che formano le metastasi nel tumore del colon.Lo studio, coordinato da Giorgio Stassi dell’Università di Palermo e Ruggero De Maria dell’Istituto Nazionale Tumori Regina Elena, è stato pubblicato su Cell Stem Cell.

Lo studio – ha spiegato De Maria – segue la scoperta, realizzata sempre dal nostro gruppo pochi anni fa, dell’esistenza di cellule staminali del tumore del colon, polmoni e tiroide. Abbiamo ora individuato le staminali che formano le metastasi e i meccanismi che permettono loro di migrare attraverso i vasi sanguigni e linfatici riproducendo così il tumore in un’altra sede.

La ricerca ha permesso di svelare che l’origine della metastasi è dovuta alla presenza di un recettore cellulare denominato CD44v6,se questo recettore si disattiva si blocca la capacità del tumore di dare origine alle metastasi. “Abbiamo dimostrato che tutte le cellule staminali tumorali del colon-retto – continua De Maria – esprimono sulla loro superficie il recettore CD44v6 che agisce da interruttore per la migrazione cellulare e la formazione delle metastasi”.

Grazie a questa scoperta, sarà ora possibile mettere a punto farmaci capaci di “spegnere” il recettore o aggredire le staminali tumorali durante le prime fasi, in cui sono vulnerabili. I primi trial clinici dovrebbero prendere il via entro il 2015 presso l’Istituto Nazionale Tumori Regina Elena. La ricerca è stata possibile grazie al supporto dell’Associazione Italiana per la Ricerca sul Cancro (Airc), attraverso i finanziamenti del programma ‘5 per mille’, dedicati a sostenere quelle ricerche che possono produrre più rapidamente benefici per i pazienti.

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie