Nudo e in ginocchio davanti alla Venere di Botticelli

Firenze – Senza vestiti al cospetto delle ambondanti grazie della Venere di Botticelli, un uomo si è spogliato dei vestiti al museo degli Uffizi.E’ accaduto sabato scorso agli Uffizi di Firenze a un 25enne spagnolo,prima si è fermato dinanzi l’opera, ha sussurrato un inquietante “questa è poesia”, si è spogliato, ha cosparso il pavimento di petali di rosa e si è messo nella stessa posizione della Venere.

I custodi lo hanno coperto con un telo facendosi spazio tra i curiosi che l’avevano già circondato. Poco dopo sono arrivati anche i Carabinieri che lo hanno portato via denunciandolo per atti osceni in luogo pubblico. Secondo quanto dichiarato da una delle guide del museo il ragazzo avrebbe chiesto più volte se le telecamere lo avessero ripreso.

Ero in corridoio quando ho sentito un custode che diceva di aver bisogno di aiuto – avrebbe dichiarato la guida Susanna Mantovani – perchè c’era uno nudo davanti alla Venere di Botticelli. Lì per lì ho pensato a uno scherzo. Così siamo entrati nella sala a vedere, quell’uomo senza vestiti si era inginocchiato e spargeva dei petali profumati di rosa. L’ho visto parlare poi con i carabinieri, non so se l’abbiano portato in caserma, ma mi sembrava comunque molto tranquillo”. Sulla vicenda è stato sentito anche Antonio Natali, direttore del museo, che ha preso la vicenda con ironia: “Che dire… su un milione e 900 mila visitatori ci possono essere persone turbate, inquiete, appassionate. Lui deve essere stato colto dalla sindrome di Adamo…”.

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie