Separazioni e divorzi in crescita ma secondo ricercatori americani le persone sposate vivono di più

Le Separazioni e divorzi sono in crescita, in media il matrimonio dura 15 anni ma secondo i ricercatori del New York University’s Langone Medical Center hanno scoperto che le persone sposate hanno in media un rischio ridotto del 5% di avere una qualche malattia cardiovascolare, rispetto ai single, i divorziati o i vedovi. Sono stati analizzati i dati relativi a oltre 3,5 milioni persone, i ricercatori hanno scoperto che i divorziati sono più soggetti alle malattie vascolari, con i maggiori problemi alle arterie come l’aorta o problemi cerebrovascolari. Per quanto riguarda i vedovi, le malattie più frequenti sono quelle coronariche e quelle che interessano la vascolarizzazione degli arti inferiori.

A beneficiare di più del matrimonio, a sorpresa, erano poi le persone sotto i 50 anni che, secondo quanto emerso dallo studio, avevano un rischio di malattie cardiovascolari ridotto di ben il 12% rispetto ai single. Le persone tra i 51 e i 60 anni, avevano un rischio ridotto del 7%, mentre quelle oltre i 60 anni, una riduzione del 4%.

Tra i fattori di rischio con maggiore preponderanza vi erano il fumo, con il 31% tra i divorziati (o separati), e il 22% tra i vedovi. L’obesità è uno dei fattori di rischio più diffuso tra i single e i divorziati, con rispettivamente il 31% e il 30%. L’ipertensione (77%), il diabete (13%) e la sedentarietà (41%) sono maggiormente diffusi tra i vedovi.

Probabilmante sarà da rivedere il detto di Giovanni Soranio…L’unica cosa sensata del matrimonio è il divorzio.

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie