torna in vigore l’ora legale, un mini jet lag che potrebbe generare irritabilità

Nella notte tra sabato 29 e domenica 30 torna in vigore l’ora legale, un mini jet lag che potrebbe generare irritabilità, cattivo umore e affaticamento.Circa il 25% degli italiani risentiranno di questo cambiamento,”un disagio” che tenderà ad esaurirsi nei due-tre giorni successivi allo spostamento delle lancette in avanti.

I consigli per non farsi cogliere impreparati dalla prova del sonno accorciato? Chi ha un ritmo sonno-veglia normale, può cercare di anticipare l’ora in cui va a letto. Tutti invece al mattino devono cominciare a esporsi subito, senza tergiversare, al sole. Alzare le tapparelle e farsi inondare dalla luce al mattino abitua l’organismo e inibisce la melatonina, meccanismo che ci permette di riattivarci più velocemente”.

Un altro accorgimento sarebbe quello di anticipare gli orari dei pasti nei giorni immediatamente precendenti al cambio d’ora. Mangiando anche solo 15 minuti prima, abitueremo il nostro organismo ad un ritmo nutrizionale differente, preparandolo in pochi giorni ad imparare a darci i segnali tipici della fame al momento giusto. O ancora, ad esempio, il diretto contatto con la luce solare, che è uno dei maggiori influenti dei nostri ritmi vitali. Essendo l’uomo un essere prevalentemente diurno, il cosiddetto “orologio naturale” che ognuno di noi ha in corpo risulterebbe facilitato a farci alzare dal letto in tempo: utile quindi lasciare uno spiraglio di finestra aperta, per permettere alla luce del sole di entrare.

L’ora legale però non ha solo lati negativi: grazie a questo piccolo disorientamento, infatti, si risparmieranno circa 556,7 milioni di kilowattora. In termini di costi, secondo la stima di Terna, il risparmio per il 2014 sarà di circa 92,6 milioni di euro. Dal 2004 al 2013 l’Italia ha risparmiato circa 6,6 miliardi di kilowattora, circa 950 milioni di euro sottratti ai consumi – con un grazie dell’ambiente -. L’ora legale rimarrà in vigore per i prossimi sette mesi, fino alla notte tra il 25 ed il 26 ottobre.

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie