Zuckerberg, obbiettivo intelligenza artificiale, sarà il futuro di tutti noi

L’intelligenza artificiale sarà il futuro di tutti noi.Questa è la visione dei fondatori di Facebook Mark Zuckerberg e Dustin Moskovitz, il collega di PayPal Peter Thiel, il creatore dell’auto elettrica Tesla Elon Musk, e persino l’attore Ashton Kutcher.

Ciò che unisce questi personaggi eccentrici e innovativi, è il fatto di aver investito i loro soldi (40 milioni di dollari) in Vicarious, la misteriosa compagnia creata da Scott Phoenix e Dileep George, che ha l’obiettivo ambizioso di replicare la neocorteccia, la parte del cervello che vede, controlla il corpo, capisce il linguaggio e fa i calcoli.Se si traduce la neocorteccia in un codice per computer si ha un “computer che pensa come una persona, ma che non mangia e non dorme” afferma il co-fondatore della startup, Scott Phoenix.

Un’ obiettivo ancora distante sul piano tecnico, e nessuno sa bene a che punto stia Vicarious, anche sul piano geografico, visto che tiene nascosta persino la sua sede fisica per evitare lo spionaggio industriale. Se gente come Zuckerberg ci mette i soldi, però, vuol dire almeno due cose: l’azienda di Phoenix è abbastanza promettente per scommetterci sopra.

In Silicon Valley le applicazioni attuali sono già piene di possibilità: gli algoritmi di intelligenza artificiale usati per conoscere meglio i gusti, gli interessi e le abitudini dei navigatori, il riconoscimento facciale che consente di identificare le foto e tanti altri sviluppi, molti dei quali, si suppone, arriveranno dallo sviluppo di tecnologie da indossare come ad esempio i Google Glass e simili, gli sticker, le lenti a contatto che forniscono parametri sulla salute

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie