Clonazione terapeutica con cellule umane, usato stesso metodo pecora dolly

E’ stata definita “clonazione terapeutica” l’esperimento per curare molte malattie con cellule umane a partire da cellule di pelle di due individui e da ovociti donati. L’esperimento è stato condotto da Young Gie Chung del Research Institute for Stem Cell Research al CHA Health Systems di Los Angeles.

La clonazione è stata ottenuta prendendo cellule di pelle da un 35enne e da un 75enne e cellule uovo donate da donne e private del loro Dna. Messe a contatto e poi stimolate elettricamente, le cellule adulte si sono fuse con l’ovocita ed è partito lo sviluppo embrionale. Nell’arco di una settimana si sono formati i blastocisti (primo stadio embrionale) da cui sono state isolate cellule staminali pluripotenti geneticamente identiche a quelle degli adulti donatori. Ipoteticamente, si potrebbero creare in questo modo linee di staminali umane personalizzate per un individuo malato, da coltivare in provetta e trasformare in cellule adulte di tessuti diversi a seconda della malattia da curare.

Utilizzata la stessa tecnica di Dolly – L’esperimento ha permesso la creazione – attraverso la clonazione con lo stesso metodo usato per la pecora Dolly – di cellule staminali embrionali cloni dei due individui. Geneticamente identiche a quelle dell’individuo donatore, le staminali clonate potrebbero essere usate a fini medici per curare molte malattie come il diabete giovanile, l’insufficienza cardiaca, il Parkinson, le malattie degenerative retiniche.

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie