Una dieta ricca di fibre ideale per i post infartuati

Una dieta sana specialmente ricca di fibre non vuol dire solo sacrificare gusto e varietà, aiuta semplicemente a evitare comportamenti scorretti.Secondo un nuovo studio pubblicato sul ‘British Medical Journal’,consiglia una maggiore assunzione di fibre dopo un infarto miocardico, una strategia per aumentare i tassi di sopravvivenza a lungo termine di un paziente.

I ricercatori americani hanno monitorato un campione di quattromila persone, uomini e donne, reduci da un attacco cardiaco, interrogandoli riguardo alle proprie abitudini di vita e al loro regime dietetico. I pazienti presi in esame sono stati seguiti per un periodo di nove anni durante il quale 682 donne e 451 uomini sono deceduti.

Le persone che sopravvivono a un attacco di cuore hanno, infatti, maggiori probabilita’ di vivere piu’ a lungo se incrementano il consumo di fibre di cereali. In particolare, chi assume piu’ fibre ha il 25 per cento di possibilita’ in meno di morire nove anni dopo l’attacco cardiaco rispetto a chi ne mangia meno. Per ogni aumento di dieci grammi al giorno di fibre, il pericolo di morire si riduce del 15 per cento nel corso di poco meno di dieci anni. I cereali a prima mattina per la colazione sono stati la principale fonte di fibra alimentare considerata. Lo studio e’ stato condotto dall’Harvard School of Public Health.

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie