Ebola: è allarme sanitario i morti di febbre emorragica continua a salire

Ebola,il numero dei morti di febbre emorragica continua a salire.E’ allarme sanitario per la diffusione del virus, in Guinea si sono gia registrati 151 casi sospetti e 95 morti.La febbre emorragica che interessa la Guinea è dovuta al ceppo Ebola Zaire, che è quello più letale e uccide fino al 60-90% delle persone infettate.

Secondo Medici Senza Frontiere per contenere l’epidemia ci sono quattro o cinque azioni che bisogna fare: isolare i pazienti contaminati in un centro specializzato, dove le persone che entrano sono protette e non si contagiano fra loro; identificare le persone che hanno avuto dei contatti fisici con questi pazienti contaminati, che siano ancora vivi o deceduti; quindi, seguire questi contatti per 21 giorni, che è il periodo di incubazione, per definire che la persona non sia più contaminata; serve poi una sorveglianza epidemiologica per identificare le zone più colpite e nello stesso tempo mettere in opera anche delle équipe mobili, che possano andare a recuperare i pazienti sospetti o probabilmente malati.

Alcuni degli infettati sono riusciti a guarire e hanno lasciato l’ospedale di Donka che si trova nella capitale, lo ha riferito Medici senza frontiere senza però dare dei numeri. Contro Ebola non ci sono vaccini né trattamenti specifici e il tasso di mortalità è del 90%. Msf sta lavorando a fianco dei medici locali a Conakry e in una città del sud, Gueckedou.

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie