Ilva, a Taranto si marcia a difesa dell’ambiente e la salute

Taranto – In 8000 per la marcia a difesa dell’ambiente e la salute.Organizzata dal sito di informazione on line Cosmopolis, hanno aderito 99 associazioni di diverse regioni italiane.Il precorso scelto,costeggia l’area nella quale si trovano discariche, rifiuti industriali (dell’ex Cemerad ), gli impianti del siderurgico ed altre attivita’ ad elevato impatto ambientale.

Il corteo, partito dalla bio piazza di Statte, si è diretto verso la discarica di rifiuti speciali Italcave, dove è stato allestito un palco per raccogliere le varie testimonianze. Un violento acquazzone non ha interrotto la marcia, intitolata “Se puoi sognarlo, puoi farlo”, che ha lo scopo di richiamare ancora una volta l’attenzione sull’emergenza ambientale e sanitaria a Taranto provocata, in primo luogo dalle emissioni dell’Ilva, e di chiedere le alternative economiche alla grande industria.

Hanno partecipato anche i rappresentanti delegazioni dei No-triv della Basilicata, del Comitato No carbone di Brindisi, di Salerno, Trieste, Polignano a mare. In uno degli striscioni esibiti campeggiava la scritta ‘Un mondo pulito per un sogno infinito.

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie