L’acne e i brufoli si combattono a tavola, la dieta mediterranea risulta perfetta

Se i brufoli vi tormentano non demoralizzatevi, la tavola è uno dei luoghi  dove combattere questo fastidioso disturbo, e  la dieta mediterranea, risulta perfetta a questo scopo.Ricca di cibi a basso indice glicemico, sarebbe infatti perfetta per limitare la produzione di sebo, principale causa dello sviluppo dei brufoli.

Il ruolo dell’alimentazione. Nei paesi occidentali, l’acne rappresenta la prima causa per cui ci si rivolge ai dermatologi. Colpisce infatti circa il 79-95% dei giovani, e il 40-45% degli uomini e delle donne al di sopra dei 25 anni.Le cause scatenanti sono di diverso tipo, attribuibili nella maggior parte dei casi ad una predisposizione genetica o all’influenza degli ormoni.La dieta mediterranea. È per questo motivo che la dieta mediterranea, caratterizzata principalmente da alimenti a basso indice glicemico, è perfetta per combattere l’acne. Attenzione però, perché oggi in Italia questo stile di alimentazione è sempre meno diffuso. La dieta mediterranea vera e propria è caratterizzata da un elevato consumo di olio di oliva, verdure, legumi, prodotti integrali, frutta e noci. Dovrebbe comprendere una bassa assunzione di grassi animali saturi (carne), è un grosso consumo di pesce. Sono da evitare invece il latte di mucca, e gli alimenti ad alto indice glicemico, sempre più comuni anche nel nostro Paese.

Più che una dieta, un corretto stile di vita. La dieta mediterranea d’altronde è ormai sinonimo di alimentazione sana, e non è indicata solamente per chi soffre di acne. Andrebbe considerata un modello da seguire per un corretto stile di vita, ai suoi benefici per la salute della pelle si aggiungono infatti quelli per la diminuzione delle malattie cardiovascolari, dell’incidenza del cancro, del colesterolo “cattivo” e della sindrome metabolica.

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie