Livorno, si amputa il pene con un coltello e lo lancia oltre il muro

Livorno – Ragazzo di 27 anni si amputa il pene con un coltello e lo lancia oltre il muro di recinzione in un’area verde in zona ospedale.Dopo essersi evirato, ha tamponato la ferita con bende e ghiaccio che aveva portato con sé per contrastare l’emorragia.Sul posto si sono portati i volontari della Misericordia insieme ad un medico del 118 ed hanno cercato di curare sul posto il protagonista della vicenda.

Stando a quanto raccontato dal 27enne il suo membro sarebbe stato causa di trasmissione di una malattia venerea incurabile e per questo si sarebbe punito da solo tagliandosi i genitali con un coltello e poi lanciando il suo pene oltre il muro di recinzione dei giardinetti che però non è più stato ritrovato.

Lo stesso giovane ci aveva provato anche qualche giorno prima all’interno di casa sua adoperando un taglierino, ma in quell’occasione riuscì soltanto a ferirsi. Con sé, questa mattina all’alba, aveva portato però tutto il necessario per curarsi sul posto e per tamponare l’emorragia con tanto di ghiaccio e garze. Nonostante ciò ha ritenuto necessario telefonare al 118 per richiedere l’ausilio dei sanitari che, dopo un primo intervento sul posto, lo hanno trasportato al pronto soccorso.

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie