L’omeopatia è inutile e non è più efficace del placebo

Ricercatori australiani confermano  quanto già pronunciato dall’Organizzazione mondiale della sanità: l’omeopatia è sostanzialmente inutile e non è più efficace del placebo.L’omeopatia non è una scienza, non è basata sulla scenza e in molti casi può essere considerata pericolosa e mettere a rischio la vita delle persone.

Lo studio è stato redatto dall’Australia’s National Health and Medical Research Council (NHRMC) analizzando l’efficacia dei medicinali omeopatici su 68 diverse patologie tra cui asma, artrite, disturbi del sonno, raffreddore e influenza, cronica sindrome, eczema, colera, ustioni, la malaria e tossicodipendenze da eroina.

Nessuno studio di buona qualità e ben costruito, con sufficienti partecipanti e risultati significativi, indica che l’omeopatia abbia prodotto miglioramenti di salute rispetto a una sostanza che non ha affetto sulle condizioni di salute (placebo), o che l’omeopatia abbia prodotto miglioramenti di salute pari a quelli di un altro trattamento», dichiara il documento. I medici hanno accolto con sollievo le conclusioni del rapporto. Era atteso da troppo tempo, ha commentato l’immunologo John Dwyer, dell’Università del Nuovo Galles del sud, cofondatore dell’osservatorio Friends of Science in Medicine.

La medicina ufficiale ha accolto con grande favore le conferme che provengono dalla ricerca australiana. Richard Choong, presidente della sezione occidentale dell’Australian Medical Association, si preoccupa soprattutto per l’influsso che l’omepatia può avere sulle vaccinazioni: «L’omeopatia non è una scienza, non è basata sulla scenza e in molti casi può essere considerata pericolosa e mettere a rischio la vita delle persone», ha detto. Il suo collega immunologo John Dwyer, è ancora più duro.«Dal mio punto di vista, il problema più grave è la diffusione del concetto che le vaccinazioni omeopatiche equivalgano a quelle ortodosse. Così i genitori non proteggono se stessi e i loro bambini. Vaccini omeopatici sono stati offerti per HIV, TB, malaria e nessuno di loro era efficace.

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie