Oltre 9 milioni di animali sottoposti a test per la sicurezza delle sostanze chimiche

Oltre 9 milioni di animali da laboratorio,sono stati sottoposti nel 2013 a test per la sicurezza delle sostanze chimiche. Sono questi i dati del nuovo report elaborato dal Lush Prize, il premio internazionale per la ricerca nel campo dei test alternativi.

Il report, presentato durante la Giornata Mondiale degli Animali da Laboratorio, ha registrato un aumento del 2% nell’uso di cavie da laboratorio rispetto ai dati precedenti, a dispetto delle recenti regolamentazioni, che hanno bandito i test per la sicurezza cosmetica nelle maggiori economie del mondo, incluse Europa ed India. “Scienziati, opinione pubblica, aziende e legislatori concordano sempre più sul fatto che i test chimici sugli animali appartengano a una tecnologia del passato” afferma Rob Harrison, uno dei direttori del Lush Prize.

Per Harrison, però, “l’aumento delle iniziative che promuovono test più efficaci basati sulle cellule umane sembra non tradursi ancora in una riduzione del numero degli animali usati per i test”. Il report è stato presentato in occasione dell’apertura delle candidature per l’edizione 2014 del Lush Prize, che ogni anno assegna 250mila sterline alle migliori iniziative nel mondo che promuovono lo sviluppo e l’uso dei test

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie