La dieta adeguata per una abbronzatura sana e naturale, trucchi e pericoli

La tintarella è l’obiettivo dichiarato di ben 4 italiani su 10 che con l’arrivo del caldo si espongono al sole per far assumere il colore ambrato alla pelle, con una maggioranza sia tra le donne (53 per cento) e che trai i piu’ giovani tra i 18 e 24 anni (66 per cento). E’ quanto afferma la Coldiretti in occasione del primo vero week end di caldo sul Paese per il consolidarsi dell’ anticiclone Hannibal, sulla base di una indagine Gfk Eurisko dalla quale emerge che una minoranza del 10 per cento che preferisce mantenere la pelle color latte mentre un italiano su cinque puo’ definirsi stakanovista dei raggi di sole sotto i quali prevede di stendersi durante l’estate anche per 5 o piu’ ore al giorno.

Se il consiglio è quello di esporsi gradualmente al sole e di evitare le ore piu’ calde soprattutto in caso di carnagione chiara, l’alimentazione – sottolinea la Coldiretti – aiuta a “catturare” i raggi del sole ma è anche in grado di difendere l’organismo dalle elevate temperature. La dieta adeguata per una abbronzatura sana e naturale si fonda – precisa la Coldiretti – sul consumo di cibi ricchi in Vitamina A che favorisce la produzione nell’epidermide del pigmento melanina per donare il classico colore scuro alla pelle. Sul podio del “cibo che abbronza” secondo la speciale classifica stilata dalla Coldiretti salgono carote, radicchi e albicocche ma sono d’aiuto anche insalate, cicoria, lattughe, meloni, peperoni, pomodori, fragole o ciliegie.

Il primo posto è conquistato indiscutibilmente dalle carote che contengono ben 1200 microgrammi di Vitamina A o quantità equivalenti di caroteni per 100 grammi di parte edibile. Al posto d’onore – continua la Coldiretti – salgono gli spinaci che ne hanno circa la metà, a pari merito con il radicchio mentre al terzo si posizionano le albicocche seguite da cicoria, lattuga, melone giallo e sedano, peperoni, pomodori, pesche gialle, cocomeri, fragole e ciliege che presentano comunque contenuti elevati di vitamina A o caroteni. Con il caldo infatti è importante consumare frutta e verdura fresca, fonte di vitamine, sali minerali e liquidi preziosi per mantenere l’organismo in efficienza e per combattere i radicali liberi prodotti come conseguenza dell’esposizione solare. Antiossidanti “naturali” sono infatti le vitamine A, C ed E che – sottolinea la Coldiretti – sono contenute in abbondanza in frutta e verdura fresca.

Soprattutto all’inizio della stagione è bene seguire secondo la Coldiretti alcune regole di buion senso nell’esposizione al sole 1) Conoscere il proprio fototipo ed utilizzare creme adeguate alla propria pelle, soprattutto su bambini 2) Ridurre al minimo le esposizioni ai raggi solari, specie nelle ore centrali della giornata 3) Non esporsi al sole con profumi ed essenze 4) Utilizzare indumenti adeguati (cappelli, magliette, occhiali).

LA TOP TEN DELLA TINTARELLA DELLA SALUTE – Vitamina A (*)

1. Carote
1200
2. Radicchi
500-600
3. Albicocche
350-500
4. Cicorie e lattughe
220-260
5. Meloni gialli
200
6. Sedano
200
7. Peperoni
100-150
8. Pomodori
50-100
9. Pesche
100
10. Cocomeri e ciliegie
20-40

(*) in microgrammi di Vitamina A o in quantità equivalenti di caroteni per 100 grammi di parte edibile
Fonte: Elaborazioni Coldiretti

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie