L’ immondizia invade anche l’atmosfera, realizzato Robot per fare pulizia nello spazio

Il genere umano non si limita ad inquinare il pianeta che abita. La nostra immondizia invade anche l’atmosfera terrestre. Sono rifiuti tecnologici:L’SSN (Usa Space Surveillance Network) stima che potrebbero esserci circa 25.000 oggetti di almeno cinque centimetri di diametro che ruotano attorno alla Terra, di cui solo 16.000 attualmente catalogati (probabilmente perché gli altri sono protetti da segreti militari).

Ricercatori dell’università di Losanna hanno realizzato un braccio bionico provisto di articolazione, in grado di intercettare i detriti rilasciati nello spazio dai satelliti in orbita. In questo modo sarà possibile recuperare i piccoli oggetti che ruotano attorno alla Terra, grazie ad una collaborazione con l’Agenzia spaziale europea (Esa).

I ricercatori durante i test effettuati ,hanno provato a lanciare al robot oggetti diversi: un martello, una racchetta da tennis, una palla, una bottiglia vuota ed poi una semivuota. A ogni tentativo il robot imparava qualcosa in più, finché non è riuscito ad afferrare a colpo sicuro un oggetto dopo l’altro: anche la bottiglia piena a metà, il cui centro di gravità fluttua irregolarmente.

Le macchine attuali sono spesso pre-programmate e non possono assimilare rapidamente le modifiche dei dati”, ha detto Billard. ”Di conseguenza – ha aggiunto – la loro unica scelta è ricalcolare le traiettorie. Tuttavia questa operazione richiede troppo tempo in situazioni in cui ogni frazione di secondo può essere decisiva”. Il braccio superveloce si comporta in modo decisamente diverso: calcola in tempo reale la traiettoria degli oggetti per afferrarli in modo preciso. In questo lo aiutano sia il software sia le tre articolazioni che le telecamere con quali è equipaggiato.

La novità del braccio superveloce è tale che il Centro svizzero per le ricerche spaziali presso il Politecnico di Losanna prevede di utilizzarlo nell’ambito del progetto ‘Clean- mE project’. Montato su un satellite, il braccio robotico superveloce potrà essere utilizzato per catturare i detriti spaziali e ‘fare pulizia’ in orbita.

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie