L’irrinunciabile tazzina di caffè aiuta anche la vista

L’irrinunciabile tazzina di caffè rappresenta un rito tipicamente italiano, frutto di un’abitudine così radicata da portare numerosi esperti, delle più svariate discipline, a pronunciarsi periodicamente sui benefici:un caffè al giorno aiuta anche la vista. Un recente studio, ha dimostrato come i potenti antiossidanti presenti nella bevanda possono svolgere un ruolo nella prevenzione delle malattie oculari legate all’età e la degenerazione della vista.

I ricercatori dell’Università americana Cornell, hanno mostrato come l’acido clorogenico somministrato ai topi abbia avuto effetti positivi sulla retina.Precedenti studi  hanno anche dimostrato come riduca il rischio di malattie croniche come il morbo di Parkinson, il cancro alla prostata, il diabete, il morbo di Alzheimer e più in generale il declino cognitivo correlato all’età.

Questa ricerca, invece, ha scoperto che la popolare bevanda porta benefici agli occhi. Nello studio gli occhi dei topi sono stati trattati con l’ossido di azoto, che porta alla degenerazione della retina. I ratti pre-trattati con l’acido clorogenico CLA non hanno riportato danni alla retina.

Dal momento che gli scienziati sanno che il CLA ed i suoi metaboliti vengono assorbiti dal sistema digestivo umano, il prossimo passo di questa ricerca è quello di determinare se bere il caffè dia effettivamente benefici diretti alla retina. Se i futuri studi dimostreranno ulteriormente l’efficacia dell’acido clorogenico, si potrebbero creare composti sintetici assumibili come collirio.

Quanto caffè

Un limite ragionevole è fissato nell’assunzione di 300 milligrammi di caffeina al giorno. Dal momento che un espresso fornisce mediamente 60 mg di caffeina ed un tipo moka 85, i conti sono presto fatti. Tuttavia, dal momento che la caffeina è presente in oltre 60 specie vegetali, tra cui il cioccolato ed il tè, occorre considerare anche il contributo degli altri alimenti.

In base a queste considerazioni viene generalmente fissato un limite di tre tazzine di espresso al giorno – per le donne e gli uomini di corporatura esile – e di quattro tazzine per i maschi che vantano una costituzione fisica più robusta (robusta, per la cronaca, è anche la specie di caffè – Coffea robusta – più ricca in caffeina).

In gravidanza è buona regola limitare al massimo il consumo di caffè, in quanto alte dosi di caffeina risultano pericolose per la salute del feto.

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie