Perù, produrre acqua potabile dai cartelloni pubblicitari

Lima- A prima vista appare come un normale cartellone pubblicitario, di quelli altissimi che si vedono a chilometri di distanza, ma in grado di unire l’utile al dilettevole. E’ infatti in grado di trasformare in acqua potabile l’umidità che si deposita sopra la sua superficie lungo il corso della giornata. Un’ incredibile innovazione per la popolazione locale. Infatti l’idrocartellone in 3 mesi di attività produce circa 9450 litri di acqua potabile dissetando centinaia di famiglie. La speranza è che una struttura simile sia disponibile, a breve, presso ogni villaggio peruviano!

Come funziona? E’ costituito da cinque generatori che trasformano l’umidità in acqua, la quale viene successivamente purificata tramite filtri a carboni attivi e lampade UV antistatiche e raccolta in cinque serbatoi. L’acqua successivamente arriva al rubinetto posizionato alla base della struttura ed è pronta all’utilizzo.

L’ispirazione per lo sviluppo di questo ingegnoso cartellone è frutto di uno studio effettuato dall’Università di Ingegneria e Tecnologia (UTEC) di Lima,visto che nella capitale peruviana  si registrano tassi di umidità pari al 98% ma la verità è che le precipitazioni atmosferiche, nonostante si affacci sull’oceano Pacifico, risultano essere praticamente inesistenti. Una metropoli situata nel deserto, dopo il Cairo infatti si delinea come la seconda capitale più grande al mondo costruita in mezzo al nulla. La popolazione quindi si ritrova molto spesso a dover fare i conti con la mancanza di acqua, utilizzando quella sporca e contaminata dei pozzi.

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie