La pianta che mangia i metalli, adatta per ripulire i terreni inquinati

Scoperta una nuova pianta che mangia metalli, e per la precisione adora il nichel! La Rinorea niccolifera appartiene alla famiglia delle Violacee e il suo nome descrive proprio la sua capacità di accumulare enormi quantità di nichel nelle sue foglie, dove il metallo accumulato raggiunge l’1,8%.

Augustine Doronila, della scuola di chimica dell’Università di Melbourne, che è anche co-autore del rapporto, spiega: “gli iperaccumulatori vegetali sono piante che hanno grandi potenzialità per lo sviluppo di tecnologie verdi.

Questa miracolosa pianta è stata trovata nelle Filippine.Miracolosa perché rispetto a tutte le altre piante che mangiano metalli, e nichel nello specifico, questa pianta è in grado di mangiarne in quantità migliaia di volte superiore.Tant’è che si pensa appunto di utilizzarla nella bonifica dei terreni inquinati dal metallo, ma anche per recuperarlo dalle foglie, a fini commerciali.Altra caratteristica fondamentale di questa pianta è che non risulta minimamente avvelenata dal nichel che contiene.

La pianta sembra essere autoctona della parte occidentale dell’isola di Luzon, zona i cui terreni sono ricchi di metalli pesanti.La capacità di incamerare quantità massive di nichel è un fenomeno raro presente solo nello 0,5-1% delle specie vegetali che vivono in terreni ricchi del metallo.

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie