Piero Pelu’ attacca nuovamente Renzi, e’ un bugiardo spudorato il boy scout di Gelli

Attacco diretto e durissimo quello che attraverso un nuovo post su facebook arriva da Piero Pelu’ al premier, richiamando il concetto espresso ieri sera dal palco del concertone in piazza San Giovanni, quando ha definito Renzi “boy scout di Licio Gelli”.

Piero Pelu’ nei confronti del premier Matteo non si ferma e attacca senza remore: quando parlando appunto della questione fiorentina sottolinea: “Ripeto per la milionesima volta – scrive Pelu’ – che io ho creato FI.ESTA (FIrenze. ESTAte) nel 2007 con la vecchia amministrazione Domenici ma dopo 10 mesi di superlavoro ho lasciato quell’incarico di mia spontanea iniziativa perche’ non mi piacevano i giochi sporchi che si facevano con il denaro pubblico. Chiaro ora? Ho lasciato io nell’ottobre 2007.

Renzi in quegli anni ‘usava’ milioni di euro pubblici della Provincia Fiorentina anche per fare manifestazioni che duravano pochi giorni e che non si inc… nessuno, una su tutte ‘Il genio fiorentino'”. Pelu’ aggiunge che “a questo punto e’ chiaro come il sole che Renzi non ha un solo argomento reale per contrattaccare le mie critiche da cittadino e da cantante al suo operato, quindi annaspa sul nulla. E non lo aiuta di certo circondarsi di yesssman o yessswoman, lo aiuteranno di piu’ le mie critiche se le capira’. Matteo non tollera il dissenso e ha il cruccio assurdo di voler per forza piacere a tutti, ma la realta’ e’ che Renzi e’ un uomo solo”

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie