Tempo di pollini, tempo di allergie: al via censimento allergici

Genova – Tempo di pollini, tempo di allergie.Al via un progetto pilota nazzionale che prevede il censimento di tutti gli allergici attraverso una campagna informativa per far conoscere ai cittadini i sintomi e le possibili conseguenze delle allergie sulla qualita’ della vita. L’iniziativa di Federfarma Genova, FederAsma ,Allergie Onlus e dall’Associazione ligue allergici “per far uscire allo scoperto una patologia grave che, se ignorata o trascurata, puo’ portare anche alla morte”, ha spiegato Massimo Alfieri, vice presidente di FederAsma e Allergie Onlus.

In Liguria circa il 25 per cento dei cittadini soffre di allergie: si stima che 500.000 persone, la meta’ dei quali residenti sotto la Lanterna, abbiano una o piu’ allergie. “Molte persone ignorano di essere allergici – ha aggiunto Alfieri – e fanno ricorso all’autodiagnosi e alle cure fai da te. Il nostro obiettivo e’ arrivare a comporre un dato scientifico sull’incidenza delle allergie a Genova”. La campagna, che proseguira’ fino al 5 giugno prossimo, si articola in tre linee guida: la compilazione di un questionario tematico, disponibile on line sul sito di FederAsma e nelle farmacie, la distribuzione di materiale informativo e la possibilita’ di effettuare l’innovativo test instantaneo (Prima Home Test) che potra’ essere acquistato nelle farmacie per verificare se si e’ allergici o no.

“In Italia si stima che 10 milioni di persone manifestino sintoli allergici – ha commentato il presidente di Federfarma Genova, Giuseppe Castello – e che 3 milioni soffrano di asma. Tra questi, un bambino su 10 manifesta sintomi asmatici e uno su tre soffre di allergia. A Genova si stima che gli allergici siano 250.000. E’ evidente percio’ quanto sia urgente approfondire la nostra conoscenza sul fenomeno. Per questo abbiamo accolto con grande favore l’opportunita’ di contribuire con la nostra rete territoriale a questa campagna”.

Paola Minale, dirigente medico dell’Unita’ Operativa di Allergologia dell’ospedale San Martino “questa patologia si sta espandendo verso nuove fasce di eta’ rispetto a quelle tradizionalmente colpite interessando sempre piu’ anche gli ultrasessantacinquenni. Un dato interessante riguarda, poi, gli extracomunitari, soprattutto sudamericani, che risiedono a Genova e che presentano la stessa sensibilizzazione, a riprova del ruolo determinante dell’ambiente di vita nello sviluppo di allergie”. Ogni anno il reparto di Allergologia del San Martino registra circa 4000 accessi

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie