Usa: lettini abbronzanti vietati ai minori di 18 anni, rischio cancro più elevato per i giovani

Abbronzati tutto l’anno. Questo sembra essere il desiderio di molti che frequentano abitualmente centri estetici e solarium nelle varie stagioni dell’anno alla ricerca di un’abbronzatura che possa conferire un aspetto estetico curato e oggi di gran moda. In America per decisione della Fda i lettini abbronzanti saranno vietati ai minori di 18 anni che li ha classificati “strumenti sanitari di medio rischio”.

Scatta inoltre l’obbligo di indicare, sia sui lettini sia sulle lampade, il possibile aumento dei rischi di cancro della pelle derivante dall’uso. Negli ultimi anni il cancro della pelle è in aumento tra le ragazze tra i 15 ed i 29 anni, fascia che fa più uso dei congegni abbronzanti.

Uno studio condotto dai ricercatori dell’Università della California di San Francisco con l’Università di Cambridge e pubblicato su Jama dermatology ha evidenziato un rischio più elevato per i giovani essendo tra i maggiori fruitori dei solarium. Infatti,le statistiche evidenziano le percentuali di frequenza: il 55% degli studenti universitari, circa il 36% degli adulti e il 19% degli adolescenti. Tra gli assidui delle lampade, il 22% corre il rischio di avere un cancro cutaneo di tipo non-melanoma. La possibilità che compaia un melanoma va dal 2,6 al 9%.

L’obiettivo è diminuire il numero di casi di cancro della pelle proprio in questa fascia di età. Quello della Food and Drug administration (Fda) è così un deciso cambio di rotta, dal momento che sino ad oggi i lettini e le lampade abbronzanti erano stati inclusi nella categoria dei congegni a basso pericolo, come cerotti e garze.

In base all’ordinanza della Fda inoltre, i produttori di lettini e lampade abbronzanti dovranno distribuire opuscoli in cui si mettono in evidenza i pericoli per la salute dei loro strumenti, e se ne sconsiglia l’uso a chi ha già avuto un tumore della pelle o ha una storia familiare in questo senso.

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie