Broccoli contro lo smog, i principi attivi dell’ortaggio eliminano le sostanze inquinanti

Mangiare broccoli disintossica dallo smog. Alcuni principi attivi dell’ortaggio, infatti, provocano l’espulsione degli inquinanti presenti nell’aria che respiriamo. È quanto emerge da uno studio della Johns Hopkins Bloomberg School of Public Health di Baltimora : il verde ortaggio aiuta ad eliminare abbondantemente e con facilità alcune delle sostanze più inquinanti presenti nell’aria: benzene ed acroleina, rispettivamente un cancerogeno e un irritante dei polmoni.

Lo studio è stato condotto su quasi 291 residenti di una delle regioni più inquinate della Cina: una comunità agricola rurale nella provincia di Jiangsu, a circa 50 km a nord di Shanghai. I partecipanti allo studio sono stati divisi in due gruppi: il gruppo di controllo ha assunto una bevanda composta da acqua sterilizzata, ananas e succo di lime. Il gruppo di trattamento ha assunto la stessa bevanda ma arricchita da una polvere liofilizzata a base di germogli di broccoli.

I risultati hanno mostrato che il tasso di escrezione del benzene nelle persone del gruppo trattato è cresciuto del 61 % già dal primo giorno di assunzione e per tutto il periodo dell’esperimento, mentre la velocità di escrezione dell’acroleina è aumentata del 23 % rispetto al gruppo di controllo.

La bevanda – spiegano i ricercatori – fornisce sulforafano, un composto vegetale che è stato già dimostrato avere proprietà preventive dei tumore negli animali.

John Groopman e Anna M. Baetjer, autori dello studio, hanno commentato: “L’inquinamento atmosferico è un problema di salute pubblica complesso e pervasivo. Per affrontare il problema globalmente, oltre alle soluzioni tecniche per ridurre le emissioni inquinanti regionali, abbiamo bisogno di tradurre la nostra scienza di base in strategie per proteggere le persone da queste esposizioni: il nostro studio sostiene lo sviluppo di strategie alimentari alla base di questo complessivo sforzo di prevenzione”.

Curiosità

Quella dei broccoli è una coltura molto antica, originaria del bacino del Mediterraneo. Insieme a cavoli e cavolfiori, che appartengono alla stessa famiglia, i broccoli sono stati uno degli alimenti più consumati dagli equipaggi delle navi durante i lunghi viaggi in mare per rinforzare il magro regime alimentare.

I broccoli sono ricchi in glucosinolati e apportano vitamine C, E, A e folati. Questi preziosi nutrienti svolgono un’importante azione antiossidante: contribuendo a mantenere un buono stato di salute. Tuttavia se da un lato apportano questo importante beneficio, dall’altro queste sostanze riducono l’assorbimento dello iodio a livello intestinale, quindi è bene affiancare i broccoli ad acciughe o alici, due pesci che avendo un buon contenuto di iodio, ne compensano il malassorbimento.

Infine i broccoli sono un vero portento: essendo ricchi di zolfo, responsabile del loro tipico odore, e minerali fondamentali per contrastare i danni dell’organismo generati da inquinamento, fumo di sigaretta ma anche esposizione ai raggi ultravioletti e cattiva alimentazione.

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie