Festival dei Rondoni, al via sabato 28 giugno

Tutto pronto per il Festival dei Rondoni, iniziativa del Gruppo Rondoni Italia, pensata per far conoscere questi volatili, alleati naturali contro mosche e zanzare. Tra gli eventi in programma seminari e visite guidate presso le colonie di rondoni, insediate sulle mura e/o sui tetti di edifici storici

Spesso gli animali in città sono intesi come fonte di conflitti o problemi, ma dimentichiamo invece quando sono nostri importanti alleati. Questo vale per tutte le specie insettivore che scelgono di vivere nelle nostre città ed una di queste è il Rondone comune (Apus apus), piccolo migratore con un’apertura alare di 38-44 cm, dal peso di circa 50 grammi, che si nutre di insetti, prevalentemente mosche e zanzare.

Si calcola che i rondoni siano in grado di mangiare migliaia di tonnellate di insetti durante la loro presenza nelle città. Legambiente aderisce, insieme ad altre 21 associazioni, al Festival dei Rondoni  che prenderà il via domani sabato 28 giugno in diverse città italiane. In programma ci saranno a Carmagnola (TO), Boltiere (BG), Parma, Bologna, Guiglia (MO), Piacenza, Milano, Trieste e Livorno visite guidate ad importanti colonie di rondoni, insediate sulle mura e/o sui tetti di edifici storici ed osservabili da spazi pubblici. A Carmagnola (To) sarà invece organizzato anche un seminario ad hoc che vedrà la partecipazione di esperti nazionali e stranieri impegnati nello studio e nella protezione dei rondoni.

Antonio Morabito, responsabile Fauna Legambiente. Il Festival dei Rondoni rappresenta una occasione importante per scoprire questi migratori poco conosciuti e sensibilizzare i cittadini alle principali minacce per la specie. In Italia nidificano tra 700.000 e 1.000.000 di coppie, circa il 20% dell’intera popolazione dell’Unione europea, anche se si sono registrate diminuzioni a livello locale come nella pianura bresciana dove c’è stata una riduzione di quasi la metà della popolazione rispetto agli anni sessanta.

Ad esempio la ristrutturazione degli edifici nei centri delle città può drasticamente ridurre la disponibilità dei siti riproduttivi, è quindi prioritario il mantenimento delle condizioni per la nidificazione nelle strutture che ospitano importanti colonie. Per questo il Festival dei Rondoni sarà anche una occasione per chiedere ai Comuni di preservare le colonie presenti nelle nostre città”.

Tornando  alle visite guidate in programma per sabato 28 giugno, Legambiente dà appuntamento a Parma a Piazza della Pilotta, ore 18.00, per la visita guidata ad una colonia di 170 coppie di rondoni comuni. Invece a Boltiere, in provincia di Bergamo, il circolo di Legambiente Cerca Brembo inviterà i cittadini a visitare la Torre Rondonaia di Via Benaglio 1 con la sua numerosa colonia di rondoni. Ci sarà inoltre un collegamento web con le altre sedi italiane che parteciperanno al Festival. In questa occasione verrà, inoltre, inaugurata alle ore 17.00 la nuova aula ambientale dei rondoni del Plis (Parco Media Valle del Lambro) del basso Brembo.
Per ulteriori informazioni

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie