Innovazione e Ricerca, l’Italia deve esportare know-how e tecnologie innovative

Roma – “Dobbiamo guardare alle economie in forte sviluppo come un’opportunità per portare all’estero il nostro know-how in campo tecnologico e le imprese italiane ad alto tasso d’innovazione. Questi sono i nuovi prodotti Made-in-Italy da esportare sui mercati internazionali”.

È quanto ha dichiarato stamane Fabio De Furia, Presidente del Consorzio Roma Ricerche in occasione della visita odierna ai laboratori del Consorzio da parte della delegazione ufficiale del MOST – Ministry of Science and Technology of China – organizzata in collaborazione con il Tecnopolo, la Venice International University, insieme al TEN Center – Thematical Environmental Networks, in stretta collaborazione con il Ministero dell’Ambiente.

“A Roma e nel Lazio – prosegue De Furia – l’innovazione, la ricerca e il trasferimento tecnologico sono i driver che possono portare la nostra economia fuori dalla crisi. Dobbiamo puntare ad un dialogo e a una collaborazione sempre più stretti tra mondo della ricerca, istituzioni e imprese per far crescere e rendere sempre più competitivo il tessuto produttivo del nostro territorio al pari degli altri paesi”.

Obbiettivo dell’incontro con la rappresentanza del Ministero della Scienza e Tecnologia cinese (MOST), composta istituzioni, centri di ricerca, università e imprese, è stata l’occasione per far conoscere e promuovere le eccellenze nel campo del trasferimento tecnologico, della ricerca e del tessuto produttivo di Roma e Lazio e individuare anche dei percorsi per sviluppare future collaborazioni internazionali.

Il Consorzio Roma Ricerche è un’organizzazione no-profit costituita nel 1986, da enti privati e pubblici, con lo scopo istituzionale di realizzare un collegamento tra il mondo universitario e quello industriale per facilitare il trasferimento di tecnologie innovative e strategiche, dal mondo della ricerca a sostegno della competitività del sistema industriale. Soci attuali del Consorzio Roma Ricerche sono: le Università di Roma “La Sapienza”, “Tor Vergata”, “Roma Tre” e LUISS, gli enti CNR, ENEA, Unicredit, Finmeccanica, CCIAA di Roma, Unindustria e il Polo Tecnologico Industriale Romano.

Il MOST (Ministry of Science and Technology of China) è l’agenzia governativa responsabile per tutte le attività e le politiche di sviluppo relative a scienza, innovazione e tecnologia in Cina.

Informazioni su Consorzio Roma Ricerche

Il Consorzio Roma Ricerche è un’organizzazione no-profit costituita nel 1986, da enti privati e pubblici, con lo scopo istituzionale di realizzare un collegamento tra il mondo universitario e quello industriale, promuovendo e sostenendo le attività collaborative fra i propri soci, per facilitare il trasferimento di tecnologie innovative e strategiche, dal mondo della ricerca a sostegno della competitività del sistema industriale. Soci attuali del Consorzio Roma Ricerche sono: le Università di Roma “La Sapienza”, “Tor Vergata”, “Roma Tre” e LUISS, gli enti CNR (Consiglio Nazionale delle Ricerche), ENEA, Unicredit, Finmeccanica, CCIAA di Roma, Unindustria e il Polo Tecnologico Industriale Romano.

Il Consorzio Roma Ricerche assicura un supporto diretto ed integrato di competenze tecnico-scientifiche, economico-finanziarie e gestionali per sostenere la realizzazione dei programmi di Sviluppo Tecnologico in ambito europeo, nazionale e locale in relazione alle specifiche esigenze progettuali delle imprese industriali. Inoltre, il CRR promuove l’aggregazione delle piccole imprese in programmi di Ricerca cooperativa, contribuendo alla definizione di proposte integrate, ottimizzando le modalità del trasferimento tecnologico ed assicurando la complementarietà dell’approccio multidisciplinare.

Il Consorzio Roma Ricerche svolge attualmente attività di:

  • promozione di attività di ricerca in comune tra strutture pubbliche e private

  • trasferimento di know-how tecnologico

  • sostegno allo sviluppo di nuove imprenditorialità nell’ambito delle tecnologie avanzate

  • promozione e sostegno allo sviluppo di Poli Tecnologici

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie