OSCE: al Trentino l’Oscar della qualità della vita

Secondo un’indagine recentemente pubblicata dall’Osce (Organizzazione per la Sicurezza e la Cooperazione in Europa) non vi sarebbero dubbi: l’Oscar per il territorio in cui si vive meglio in Italia va assegnato senz’altro al Trentino, grazie a salute e benessere, viceversa per gli stessi motivi sia Veneto che Lombardia finiscono relegati agli ultimi posti di questa particolare classifica.

Il lusinghiero risultato ottenuto dal Trentino, si deve in gran parte agli ottimi punteggi conseguiti nelle categorie salute e sicurezza, dove ha fatto registrare il massimo punteggio, ma anche grazie all’alta qualità dimostrata in base ad altri paramentri quali la disponibilità di banda larga per i cittadini, il numero di persone occupate, il livello di scolarizzazione e al tasso di omicidi ogni 100.000 abitanti, qui del tutto trascurabile.

Per quanto riguarda l’ambiente, invece, a primeggiare è la Sardegna, seuita a debita distanza da Marche ed Umbria (appena sopra la sufficienza): il rapporto OSCE riporta altresì i dati riguardanti i 34 Paesi inseriti nello speciale indice Benessere, suddivisi a loro volta in 362 regioni: in questo caso la palma del vincitore in tema ambientale è conquistata dalla Svezia, prima indiscussa, con l’Italia che si piazza purtroppo soltanto a metà classifica.

Interessante anche il confronto internazionale. Nel Lazio, per esempio, la qualità di vita è molto simile a quella di Madrid o della Borgogna francese. In Sicilia, Campania e Calabria non si vive diversamente rispetto a Creta, l’Algarve o l’Andalusia. Umbria e Marche si avvicinano, per livello di benessere, alla Svezia meridionale, mentre Lombardia e Piemonte hanno molto in comune con l’Alsazia.

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie