Fare Verde, no alla proposta di modifica della direttiva Europea sugli Ogm

L’associazione ambientalista Fare Verde Onlus ha sottoscritto l’appello ai Governi Europei contro l’uso degli organismi geneticamente modificati e per la difesa dell’agricoltura, dell’ambiente e della salute pubblica.

L’appello, promosso dall’associazione NOGM è stato sottoscritto anche da altre associazioni italiane ed è rivolto ai governanti europei affinché non sia approvata la proposta di modifica della Direttiva 2001/18/CE, nel Consiglio Ambiente che si svolgerà oggi, 12 giugno 2014.

Dopo un’attenta valutazione e analisi giuridica del testo, la proposta di modifica della Direttiva 2001/18/CE, così come presentata per la discussione al Consiglio Ambiente del 12 Giugno, non aggiunge alcuna potenziale maggior autonomia decisionale degli Stati membri rispetto alla possibilità di rifiutare la coltivazione di OGM sul proprio territorio. Inoltre, introduce le oggettive premesse giuridiche per l’abrogazione della “clausola di salvaguardia”, delle “procedure d’emergenza” e degli artt. 16 e 18 della Direttiva 2002/53!!

Questo è inaccettabile e perciò l’Associazione NOGM, con l’adesione di Fare Verde e delle altre associazioni firmatarie, lancia un appello a tutti i Governi e ai Ministri dell’Unione Europea affinché si esprimano contro la proposta di modifica della direttiva, difendendo l’agricoltura nazionale, l’ambiente e la salute dei cittadini, dall’aggressione delle multinazionali produttrici di OGM.

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie