Google stanzia 100 milioni di dollari e punta sulle startup

Per contribuire a sostenere i giovani imprenditori europei, Google punta sulle startup e stanzia 100 milioni di dollari. Il nostro obiettivo è semplice- spiega la nota di Big G – “vogliamo investire nelle migliori idee degli imprenditori europei”.

Google Ventures ha aperto negli Stati Uniti 5 anni fa. Oggi ha a portafoglio 250 aziende. Ha investito una media di 300 milioni di dollari l’anno, 1 miliardo e mezzo in totale, incluso il finanziamento che ha avuto più risonanza internazionale, ovvero i 250 milioni di dollari in Uber. Google Ventures ha uffici a Mountain View, San Francisco, New York e Cambridge.

Il gruppo è stato fondato il 31 Marzo 2009, con 100 milioni di dollari di impegno capital, salito nel 2012 a 300 milioni. Tra i partners ci sono Bill Maris, Rich Miner, Joe Kraus, David Krane, Kevin Rose, Karim Faris, Krishna Yeshwant, MG Siegler, Andy Wheeler, e Blake Byers.

Google spiega nel suo Blog: il modo in cui opera Ventures: «Le start up non hanno bisogno soltanto del capitale per avere successo: beneficiano anche del supporto ingegneristico,design e una guida nella selezione del personale, marketing e sviluppo del prodotto».

«Crediamo che le start up europee abbiano un’enorme potenzialità – continua -. Abbiamo visto nuove aziende emergere da Londra, Parigi, Berlino e le regioni settentrionali: SoundCloud, Spotify, Supercell e molte altre». L’azienda di Mountain View non cita l’Italia. È però interessante che scelga di investire in Europa: uno degli obiettivi dell’agenda europea, e in particolare della presidenza di turno italiana, è fare in modo che anche nel Vecchio Continente si creino le condizioni ideali perché possano nascere nuove imprese. L’arrivo dei soldi di un colosso della Silicon Valley è un primo passo importante.

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie