Masticare più lentamente fa bene alla salute

La nostra vita oggi è dettata dalla fretta, fretta nello spostarsi, fretta nel fare le cose di casa, fretta di lavorare e maledetta fretta nel mangiare. Mastichiamo rapidissimamente e non diamo il giusto perso e il tempo a i nostri pasti. Io stessa spesso mi trovo a dire: “Ho mangiato con l’imbuto oggi”. Meglio fermarsi a riflettere su questo punto davvero importante e cercare di modificare questa cattiva abitudine per dare al nostro corpo un benessere maggiore e non solo al corpo, anche alla mente. Direi che vi sono dieci buoni motivi per mangiare con calma.

1) Dimagrire
Uno studio ha evidenziato che mangiare e masticare più lentamente fa dimagrire. Basta masticare ogni boccone per almeno 30 secondi. Avremo un effetto positivo per quanto riguarda la forma fisica. In base ai dati raccolti, masticare lentamente riduce il senso di fame e dunque può essere d’aiuto nella perdita di peso in eccesso.

2) Migliorare la digestione
Giova anche alla digestione, la calma nel mangiare induce a masticare il cibo più lentamente e quindi meglio. Ciò comporta una digestione meno pesante, poiché, come si dovrebbe sapere gli alimenti vengono pre-digeriti a livello della bocca (ricordate il detto “la prima digestione avviene in bocca” ?) grazie all’azione della saliva. Dunque impariamo nuovamente a masticare bene e a lungo, alleggeriremo il lavoro dello stomaco e favoriremo la digestione.

3) Gustare davvero il cibo
Anche il gusto vuole la sua parte. IL cibo è anche un piacere per il palato e peri nostri sensi, ma spesso ce ne dimentichiamo. Perciò assaporiamo e gustiamo lentamente, individuiamo i differenti sapori che sono presenti in un piatto.

4) Ridurre lo stress
La lentezza, che io elogio, è un’ottima forma di meditazione. Ben lo sanno i membri di certi ordini monastici sia occidentali che orientali che nel corso del tempo hanno ritenuto opportuno seguire la regola del silenzio durante i pasti. Concentrarsi sull’ azione che stiamo compiendo, in questo caso mangiare e masticare, aiuta a ridurre lo stress e a vivere meglio. Insomma, quando siamo a tavola per il pranzo o per la cena, mangia “davvero”, senza pensare ad altro (un antico adagio recitava infatti: “quando mangi, mangi, quando dormi dormi, quando cammini, cammini”)

5) Rallentare il ritmo
Quando possibile scegliamo di gustare i piatti preparati in casa, non uniformiamoci alla infestante cultura del fast food, convertiamoci invece allo slow food. Le mode alimentari non portano mai grandi vantaggi, gustiamoci la vita e i nostri pasti fino in fondo.

6) Limitare gli attacchi di fame
Ingurgitare il cibo in fretta è uno specchio per le allodole per il nostro organismo, in parole povere lo inganna. Che significa? Vuol dire che il senso di sazietà risulta solo momentaneo e nel giro di breve tempo tornano a ripresentarsi i classici attacchi di fame. Perché? Mangiare di fretta non consente al nostro organismo di inviarci un corretto segnale di sazietà. Mangiare lentamente, invece, ci permette di capire quando siamo davvero sazi.

7) Socializzare
Faccaimo sì che la pausa pranzo e il momento della cena tornino ad essere l’occasione per socializzare con i colleghi o per ritrovare l’armonia con amici e familiari. Sarà l’occasione per rilassarsi e dimenticare lo stress.

8) Prevenire l’insulino-resistenza
Mangiare troppo in fretta crea l’insulino resistenza, questo il risultato di una ricerca condotta in Giappone. L’insulino resistenza può portare ad incrementare il rischio di diabete e di problemi cardiaci. Inoltre sembra che questa cattiva abitudine possa essere collegata alla sindrome metabolica, che può condurre a ipertensione, obesità e l’insulino-resistenza stessa.

9) Evitare il reflusso gastrico
Attenzione anche al reflusso gstro esofageo, perchè mangiare troppo in fretta può influire sulla comparsa di questo sintomo. Il reflusso gastrico prevede che una parte del cibo e degli acidi dello stomaco risalgano in modo anomalo verso l’esofago, provocando fastidi e bruciori.

10) Ridurre l’ansia
Mangiare velocemente inoltre, può far aumentare l’ansia, poichè la cattiva masticazione può provocare un malassorbimento di nutrienti essenziali, un’evenienza che sarebbe in grado di influenzare tutto il nostro corpo, compreso il sistema nervoso. Al contrario, prendersi i tempi necessari per consumare i propri pasti con calma garantisce una riduzione dell’ansia e favorisce il benessere psico-fisico.

Cerchiamo quindi di modificare le nostre cattive abitudini affinchè tutto il nostro organismo e la nostra mente possano ricevere i migliori benefici.

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie