Obiettivi di efficienza energetica, WWF esprime “delusione”

Il 23 luglio la Commissione Europea ha presentato il nuovo obiettivo vincolante del 30% sull’efficienza energetica: un target che, in evidenza, non sembra aver soddisfatto il WWF, il quale aveva suggerito che l’obiettivo fosse posto almeno al 40%.

Una delusione non certo mascherata. Il responsabile del settore Clima ed Energia del WWF Italia, Mariagrazia Midulla, segnala in proposito come “la proposta sull’efficienza energetica arriva a completamento di un pacchetto clima ed energia 2030 debole, non in linea con gli obiettivi ambientali che lo stesso Consiglio europeo ha posto puntando alla decarbonizzazione completa per la metà del secolo, lo stesso impact assessment della Commissione dimostra che un target del 40% porterebbe enormi benefici anche in termini di occupazione e di alleggerimento delle importazioni di gas”.

Come ricordava un recente approfondimento di SosTariffe.it in relazione all’energia elettrica pulita , secondo l’Ente la Commissione non sarebbe stata in grado di assumere efficienti decisioni in merito alla questione sicurezza ambientale e cambiamento climatico.

Non rimane dunque che sperare che la nuova presidenza italiana dell’organo comunitario possa in qualche modo spingere il piede sul pedale dell’efficienza energetica e della sostenibilità ambientale. Un’accelerazione dovuta, che tuttavia attende, ancora oggi, di essere completamente ripagata da congrue iniziative.

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie