Addio pipistrelli vampiri, i ragni mangia pipistrelli sono in agguato!

Il mondo è bello perchè è vario, perchè le creature che lo abitano hanno abitudini davvero curiose, per qualcuno magari macabre. Parliamo di ragni, ma non dei ragnetti che comunemente troviamo in campagna, o nelle nostre case, ma di ragni che si cibano di pipistrelli. Come? Il principio è sempre lo stesso, intrappolarli nella ragnatela e farli fuori con il loro veleno. Un veleno paralizzante, perchè spesso i ragni con nostro grande orrore, mangiano la preda viva, partendo dalle parti del corpo non vitali.

Crudele? No, ambientalista, poichè in questo modo evitano il problema della putrefazione della carcassa. Uno dei primi avvistamenti di ragni che mangiavano pipistrelli è avvenuto nel 1941 in India, da parte di un ricercatore che stava visitando un villaggio vicino a Calcutta, ma fino a poco tempo fa si riteneva che fosse un evento insolito ed eccezionale.

Ma la ricerca di due studiosi, Martin Nyffeler e Mirjam Knornschild, sembra però mostrare che la cosa potrebbe essere molto più comune di quanto si fosse fino ad oggi pensato: analizzando non solo documenti scientifici ma anche giornali, blog e foto, hanno trovato ben 52 diversi racconti di pipistrelli catturati da ragni di specie diverse, che in qualche caso catturavano la preda con la ragnatela, ed in altri casi aggredendo direttamente l’animale.

I ragni mangia-pipistrelli sembrano abitare soprattutto le zone equatoriali, con una leggera prevalenza per il Sud America, ma con larga diffusione anche in Asia e Australia. Le loro dimensioni sono prevedibilmente grandi, con un’apertura delle zampe tra i 10 e i 15 cm, a ben vedere neppure tanto più piccoli dei pipistrelli catturati, che negli eventi registrati avrebbero un’apertura alare tra i 10 e i 24 cm.

Condividi questo articolo: 




AH, LEGGI ANCHE QUESTI !



 

Altre Notizie