City Charge, il telefonino si ricarica nel parco: ad energia solare

Lo smartphone è una nostra appendice ormai, lo portiamo ovunque per rimanere connessi con il mondo intero. Però altra appendice è anche il caricabatterie, perchè considerando i tempi di connessione su internet, fra social, web magazines, news varie e giochini la batteria si scarica presto.

Ebbene a New York da quest’estate lo smartphone e il tablet si potranno ricaricare anche al parco e a energia solare. Infatti l’operatore di telefonia AT&T, in collaborazione al partner GoalZero, ha lanciato il progetto pilota ”Street Charge”: cioè stazioni mobili, alimentate a energia solare, pubbliche e gratuite dalle quali ricaricare i propri dispositivi mobili in caso di bisogno. Un’idea nata dopo il disastro dell’uragano Sandy e il blackout elettrico che colpi’ la Grande Mela.

A Brooklyn sono gia’ operative due stazioni e altre tre a Governor’s Island, Union Square e al Pier 1 di Riverside Park.

Entro la fine dell’estate saranno installate in totale 25 stazioni in cinque distretti della citta’. New York fa da battistrada a un progetto che potrebbe in futuro essere ampliato, non solo nella metropoli e anche ad altre citta’, per lo meno negli Usa. Le stazioni rimarranno operative come test fino a ottobre e un monitoraggio del loro utilizzo indichera’ in quali aree della metropoli occorrera’ potenziare o meno il servizio.

Le stazioni comprendono sei connettori di vario tipo, adatti per iPhone, iPad, dispositivi Android e Windows Phone. Sono alimentate da tre pannelli solari da 15 watt e da una batteria da 168 watt/h, abbastanza per consentire alle stazioni di funzionare per alcuni giorni senza esposizione ai raggi solari.

L’iniziativa si aggiunge alle 26 postazioni per WiFi gratuito che AT&T ha installato nei parchi di New York l’anno scorso.

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie