Inizio scuola alle porte: i consigli Adiconsum per risparmiare

“Siamo alle porte coi sassi”, è un modo di dire che significa che siamo vicini ad un qualche evento. Infatti fra poco inizierà la scuola, e mentre delle linee guida relative alla riforma scolastica il Governo ancora non si sa nulla, le famiglie si trovano ad affrontare le spese per l’acquisto degli strumenti di lavoro per alunni e studenti. Meglio farlo risparmiando, in barba ai rincari.

Intanto ci sono le promozioni messe in atto dall grande distribuzione, poi gli acquisti online e il mercato dell’usato. Adiconsum, attenta alle esigenze dei consumatori consapevoli fornisce alcuni semplici suggerimenti affinche il rientro a scuola sia meno traumatico:

– comprare i libri di testo a lista docenti confermata;

– verificare quali sono i testi obbligatori e quelli “consigliati”;

– occhio alle offerte della grande distribuzione organizzata: presso i supermercati è possibile acquistare prodotti e kit scolastici in promozione (risparmiando fino al 30%) e prenotare i libri di testo (anche online) con sconti anche del 15% o ricevendo in cambio buoni acquisto di valore pari fino al 20% del prezzo di copertina;

– se ci si rivolge al mercato dell’usato attenzione a verificare che l’edizione del libro sia aggiornata e che eventuali prodotti a corredo siano presenti e in buono stato (supporti informatici, eserciziari, ecc.);

– importante: i nuclei familiari il cui indicatore ISEE non sia superiore a 10.632,94 euro hanno diritto ai buoni libro (contributi sotto forma di voucher spendibili nelle librerie o nei negozi convenzionati della propria città). Non esiste una regola unica valida per tutto il territorio nazionale: è necessario rivolgersi al proprio Comune di residenza.

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie