Olio di fogna utilizzato nella cucina cinese, un grave pericolo

Se vi piace la cucina cinese, sappiate però che correte un notevole rischio nel degustarne le specialità, sì, perchè un decimo dell’olio che viene utilizzato nelle cucine è olio di fogna. Il governo cinese sta cercando di stroncare l’utilizzo dell’olio “di fogna” nelle cucine: sarebbe infatti usato in una cucina su dieci, specie quelle dei venditori ambulanti nelle strade delle città.

Il termine “olio di fogna” descrive bene la natura dell’olio, che viene fatto a partire da olio di scarto recuperato delle fogne, scarti dei macelli, filtri. Il tutto poi processato chimicamente e rivenduto come olio alimentare. Secondo gli esperti questo olio conterrebbe diverse tossine e agenti cancerogeni, ed è per questo che le autorità sono molto severe sulla sua vendita: un uomo è stato recentemente condannato all’ergastolo per avere prodotto e venduto questo finto olio. Ma per stroncarne l’utilizzo la strada è ancora lunga.

Nel video allegato, Radio Free Asia (RFA) con Max Fisher per il Washington Post viene mostrata una donna a Shenzhen che recupera appunto il suddetto olio, il quale poi viene trattato con altri grassi, attraverso un processo di filtrazione ed ebollizione che poi viene utilizzato come olio da cucina riciclato. Pensateci due volte prima di mangiare cibo cinese!

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie