Sughi senza soffritto per primi “light” e paste estive

Il soffritto per qualche tradizionalista potrebbe essere un’istituzione difficile da abbandonare, soprattutto se si parla di sugo. Eppure, soprattutto nei mesi estivi un sugo a crudo può rappresentare una validissima alternativa sia per leggerezza, sia per ridotto apporto calorico, facendo sperimentare nuovi sapori e colori.

In estate il profumo e la fragranza degli ortaggi crudi dà il massimo di stessa, perché quindi non valorizzare questo aspetto per realizzare sughi leggeri e completi anche da un punto di vista nutrizionale?
Infatti, la pasta fornisce l’energia grazie ai carboidrati, mentre un buon condimento potrebbe integrare la parte proteica con della carne o del pesce, e gli ortaggi completare la pietanza facendo il pieno di salutari vitamine e minerali antiossidanti. Da non tralasciare i vantaggi del fattore tempo e della comodità di non dover lasciare sul fuoco per minuti e minuti il pentolame.

Qualche suggerimento generale:
• preparare i condimenti crudi all’ultimo momento per evitare l’ossidazione dei vegetali (controllabile con un po di limone);
• il pomodoro e il sale sono da aggiungere per ultimi, al fine di evitare l’effetto “macerato”;
• le erbe è meglio sminuzzarle a mano per preservare le foglie e i principi nutritivi dall’ossidazione;
• lasciare intiepidire un attimo la pasta o il riso prima di aggiungere il sugo crudo: altrimenti il cereale bollente cuocerà in parte il sugo, facendo così diminuire profumi e sapori;

Si vogliono proporre 4 esempi classici di sughi crudi che possono dare vita a primi che rispondano ai requisiti del “piatto unico”.

SUGO ROSSO
Tagliare a pezzi grossi tre o quattro pomodori a grappolo (per circa 250g di pasta), aggiungere sale, basilico, erba cipollina, due o tre fette di cipolla, uno spicchio d’aglio (se si vuole) e un filo d’olio. Mettere il tutto nel frullatore.
PESTO DI SPINACI CON NOCI E LIMONE
Lavate e pulite gli spinaci e inseriteli nel frullatore con le noci, il pecorino e il succo di mezzo limone: versate tre cucchiai di olio di oliva e frullate. Schiacciate uno spicchio di aglio e aggiungetelo al tutto con un pò di sale e pepe. Dopo aver scolato la pasta, aggiungete il pesto con una spolverata di buccia di limone grattugiata!
PASTA ALLA SALSA VERDE PROTEICA
Si tratta di un sughetto dal colore verde con una buona componente proteica offerta dai piselli che andrà così a costituire un ottimo piatto unico. Dopo aver mondato e lavato i piselli, le fave e le punte di asparagi (si possono acquistare surgelati oppure in scatolame) sbollentate gli ortaggi in una pentola colma d’acqua salata per 3 minuti, scolateli e gettateli in una ciotola colma d’acqua e ghiaccio. Dopo 5 minuti, scolateli e metteteli da parte. Tritate finemente spinaci e crescione che andranno poi frullati a costituire una crema con la panna versata a filo. Mettete la pasta in una zuppiera e conditela con la salsa verde, unite le verdure e le punte di asparagi, mescolate e servite. Il piatto può essere colorato di rosso aggiungendo 100 g di carote e 100 g di barbabietole rosse precotte tagliate a cubetto.
PASTA ALLA CRUDAIOLA
Frullare al mixer del parmigiano tagliato a tocchetti con pomodorini basilico e olio. Inserire un pizzico di sale e mescolare, poi mettere il tutto in un recipiente dove aggiungere capperi, olive e tonno a pezzi. Scolare la pasta e mescolarla bene con il sugo alla crudaiola prima di servire.

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie