Warka Water, una rivoluzionaria struttura che trasforma l’umidità dell’aria in acqua potabile

Nei paesi in cui il deserto è il paesaggio dominante e trovare l’acqua diventa un’impresa da Indiana Jones, ogni aiuto possibile per le popolazioni autoctone è prezioso. Come in Etiopia, paese in cui donne e bambini sono costretti a percorre ogni giorno molti chilometri per l’approvvigionamento d’acqua, spesso e volentieri acqua non pulita e non potabile.

Ma Arturo Vittori e Andrea Vogler di Architecture and Vision hanno realizzato una strordinaria struttura in bamboo che, attraverso un processo di condensazione, raccoglie l’umidità dall’aria trasformandola in acqua potabile. Un progetto tutto italiano per aiutare le persone in Etiopia.

I materiali utilizzati sono il bamboo, fil di ferro come connettore e del tessuto in polyethylene. La struttura è facilissima da usare perchè può essere eretta da 4 persone, ha la possibilità di essere aggiustata senza grosse difficoltà ed incorpora un pannello solare collegato ad una luce per l’illuminazione notturna.

Questa struttura, chiamata “The Warka Water” è pratica ed economica. Produce fino a 100 litri di acqua potabile al giorno. Per questo motivo è stata soprannominata “L’albero della vita”

Secondo quanto stimato dalle Nazioni Unite, 783 milioni di persone non hanno accesso ad acqua potabile. Siamo in grado di immaginare cosa voglia dire percorrere quotidianamente molti chilometri per dell’acqua che in molti casi non è pulita e potabile?

Ebbene questa struttura potrebbe davvero fare la differenza per milioni di persone, permettendo così loro, una vita migliore!

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie