Alimenti bruciagrassi e rimedi fitoterapici, un aiuto per dimagrire

Ormai la questione dimagrimento non è più legata alla “prova costume”, al fatto che in estate scopriamo il nostro corpo mentre in inverno lo “intabarriamo” negli abiti invernali attraverso cui è facile nascondere i chili in più. Dieta e dimagrimento sono due sostantivi che hanno assunto un’importanza determinante per lo stile di vita di ogni persona. Complici la vita sedentaria, le cattive abitudini alimentari, lo stress….

Di diete e regimi alimentari che aiutano a perdere peso vene sono tantissimi e fra essi non solo è difficile orientarsi, ma è necessario stare molto attenti per non incorrere in danni alla nostra salute. Quando si intraprende un percorso di dimagrimento, tuttavia, bisognerebbe sempre evitare il fai da te per affidarsi a un dietologo o a un nutrizionista, affinché il processo non comporti delle carenze gravi per l’organismo. Ma quali sono gli alimenti bruciagrassi che possono aiutare il nostro metabolismo? Quali quelli che possono ridurre il senso di fame? Ecco un excursus per orientarsi correttamente.

I cibi amici del dimagrimento sono davvero moltissimi e, nella quasi totalità dei casi, si coniugano perfettamente anche con le esigenze di chi avesse scelto una dieta vegetariana o vegana. Le loro capacità d’azione possono essere genericamente così riassunte:

Alimenti che bloccano la fame: molti cibi, soprattutto quelli ricchi di acqua, aiutano il dimagrimento poiché contribuiscono a rimandare sazietà. Normalmente si tratta di frutta e verdura, ma anche delle fibre e dei cereali;
Alimenti termogenici: si tratta di tutti quegli alimenti che, per essere correttamente assimilati dall’organismo, richiedono energie importanti. Attivando quindi il metabolismo, spingono al consumo dei grassi accumulati.

Fortunatamente, non è necessario affidarsi a prodotti costosi o frutta esotica, perché gran parte di questa proprietà è espressa da ortaggi di uso molto comune e sempre disponibili nella piccola e grande distribuzione. Fra questi, si elencano:

Lattuga: così come gran parte delle insalate, l’assunzione regolare di lattuga placa il senso di fame, sia perché riempie lo stomaco che per l’alto contenuto di acqua. Inoltre, ha anche proprietà benefiche, grazie al suo apporto di minerali e la capacità di limitare gli effetti dell’istamina;
Aceto di mele: l’acido acetico, un composto disponibile in ogni varietà d’aceto, accelera il metabolismo delle cellule e spinge il corpo a bruciare i grassi. Questa particolarità sarebbe più marcata nell’aceto di mele, utile anche come astringente e per la bellezza di pelle e capelli;
Peperoncino: oltre a essere un valido alleato per la salute del sistema cardiovascolare, il peperoncino è noto per incentivare la risposta dell’organismo. Inoltre, la reazione termogenica dopo l’ingestione contribuisce al rapido scioglimento dei grassi, anche del tessuto adiposo della cellulite;
Pompelmo: dalle ridotte calorie, si tratta di un frutto spesso prescritto nelle diete, poiché blocca il senso di fame, aiutando quindi a sopportare quantità minori di cibo. Si preferisce il succo, sempre nelle dosi consigliate dal nutrizionista poiché tendere a nascondere il sapore degli altri ingredienti;
Fragole e frutti di bosco: le fragole, e in generale tutti i frutti di bosco, contengono grandi quantità di acqua e presentano un ridotto impatto calorico. Queste proprietà si traducono in una più facile sazietà, per questo è consigliato assumere questi cibi circa 30 minuti del pasto;
Ananas: si tratta di uno degli alimenti più conosciuti per il suo effetto astringente e, seppur non bruci direttamente i grassi, aiuta la digestione grazie alla bromelina in esso contenuta. Le sue proprietà antinfiammatorie, inoltre, possono aiutare a rendere più agevole il transito intestinale;
Alga Wakame: tra le alghe brune a consumo alimentare, la Wakame è quella che più stimola la perdita dei chili in eccesso. Questo potere è dovuto alla fucoxantina, un elemento che incide direttamente sull’adipe;
Tè verde: bere regolarmente tè verde è un’abitudine davvero benefica per l’organismo poiché, essendo ricco di antiossidanti, rallenta i processi di invecchiamento delle cellule. Inoltre, limita l’accumulo di grasso ed è quindi molto indicato nelle diete di mantenimento.

Oltre ai cibi che possono aiutare a bruciare i grassi, esistono anche dei rimedi fitoterapici che possono stimolare la risposta del metabolismo, rendendo il dimagrimento più veloce. Così come tutti i principi attivi disponibili in natura, questi preparati rispondono a precise controindicazioni e potrebbero manifestare effetti collaterali anche gravi, quindi si consiglia sempre di consultare il medico prima dell’assunzione.

In ogni caso è necessario fare una distinzione:

Drenanti: si tratta di tutti quei rimedi che stimolano non solo le funzioni digestive, ma anche la diuresi per eliminare i liquidi in eccesso. Ovviamente, questa attività non può essere considerata una vera e propria forma di dimagrimento, ma è sempre indicata per evitare la ritenzione idrica che può rallentare la perdita di peso. Considerato come i diuretici naturali potrebbero avere conseguenze anche importanti su chi soffre di patologie pregresse – ad esempio ai reni – e tendano a diminuire la pressione, la somministrazione deve avvenire sempre su consiglio di un medico. Tra le tante erbe, si può citare l’equiseto, l’ortica, il tarassaco, la betulla;
Stimolanti: questo secondo gruppo, invece, è noto per spingere le attività dell’organismo, quindi per accelerare il metabolismo inducendolo a bruciare più grassi. Anche in questo caso, l’assunzione può essere controindicata in alcuni pazienti – come i cardiopatici – e determinare conseguenze spiacevoli come tachicardia, ansia e insonnia. Fra le più comuni, ginseng e guaranà.

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie