Architettura e risparmio energetico: arriva il progetto del quartiere galleggiante

Conoscere progetti che hanno il fine di combinare architettura, risparmio energetico e sviluppo sotenibile è sempre entusiasmante. In questo caso è la Scozia a mettersi in evidenza, precisamente lungo la costa della contea di Aberdeen.

Qui infatti, è già in funzione un parco eolico galleggiante. Ma in realtà il progetto pensato per Edimburgo va ben oltre: la SRT EcoBuild, una società inglese di servizi energetici, vorrebbe trasformare l’area dismessa sulle rive del fiume Firth of Forth, per la precisione nel distretto di Leith, in un eco-villaggio di case galleggianti.

Sarebbe un successo enorme e oltretutto un importantissimo traguardo ecologico di grande valore per la città, in special modo nel campo della produzione di energia rinnovabile. Il quartiere galleggiante, infatti, risulterà energeticamente autosufficiente: grazie ad un impianto solare e fotovoltaico installato sui tetti, un sistema di raccolta dell’acqua piovana e una serie di pompe di calore per il riscaldamento degli ambienti interni, il complesso residenziale sarà in grado di produrre tutta l’energia necessaria al proprio fabbisogno.

Le case galleggianti saranno dotate di due camere da letto, cucina, soggiorno e bagno ciascuna. Inoltre, il responsabile del progetto ha assicurato che il loro prezzo di vendita non supererà le 95 mila sterline (120.000 euro): la cifra altamente competitiva dalle parti di Edimburgo, per appartamenti delle stesse dimensioni e caratteristiche.

Questo è possibile perché non vi è nessun terreno da acquistare per la costruzione; e ha permesso agli sviluppatori di concentrarsi maggiormente sull’efficienza energetica e sulle necessità degli acquirenti.

E’ dunque possibile avere una casa in cui architettura e risparmio energetico siano disponibili a prezzi abbordabili.

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie