Asma, se si ha paura di perdere il lavoro il rischio aumenta

La paura di perdere il lavoro, di non avere abbastanza cibo o soldi può far aumentare il rischio di soffrire di asma. Impieghi precari aumentano il rischio del 24%, il timore di perderlo a breve, entro 2 anni, del 60%. Lo dimostrano i ricercatori dell’Istituto di medicina occupazionale e sociale dell’università di Dusseldorf che per la prima volta hanno studiato la relazione fra comparsa di crisi asmatiche e stress sul lavoro.
L’indagine è pubblicata sul British Medical Journal ed ha incluso 7.000 lavoratori, uomini e donne. Sono stati osservati dal 2008 al 2011, a cavallo con la crisi economica che ha attraversato l’Europa.

In questo periodo i ricercatori hanno riscontrato la comparsa di 105 nuovi casi di asma, metà negli uomini e metà nelle donne, in chi era preoccupato dei destini del proprio lavoro. “Esiste una relazione fra asma e stress correlato con il lavoro – spiegano gli studiosi – la relazione tende ad essere leggermente più evidente fra i lavoratori a basso reddito, più giovani e single”.

“Inoltre esiste una relazione fra asma e stress correlato con il lavoro, questa tende a essere leggermente più evidente fra i lavoratori a basso reddito, più giovani e single. Abbiamo anche individuato che coloro che non si sentono sicuri di ottenere un contratto a tempo indeterminato sono più soggetti alla depressione”,concludono gli autori.

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie