Bucce della frutta: come riciclarle fuori dalla cucina

Siamo abituati a buttare le bucce della frutta, anche se possiamo, dopo averla lavata bene mangiarla, son tutte fibre che fanno bene alla salute. Ma non sempre ci è concesso di poterla mangiare, quindi una volta sbucciata la frutta, le bucce finiscono nell’umido. Ma pensiamoci bene prima di buttarle! Ci sono svariati modi per riutilizzarle con successo.

UTILIZZARE LE BUCCE DEGLI AGRUMI PER LE PULIZIE
Le scorze degli agrumi sono degli ottimi alleati per le pulizie di casa. Limoni, arance e mandarini, una volta sbucciati, non devono per forza finire nel secchiello dell’umido: le scorze di un limone spremuto, ad esempio, vi risulteranno utilissime, anche grazie al succo ancora trattenuto dalla polpa rimasta, per lucidare fornelli, posate e stoviglie. Le scorze rimaste dalla preparazione di una fresca limonata vi verranno in aiuto nella lucidatura degli oggetti in rame, che ritorneranno splendenti come se fossero nuovi: un rimedio della nonna dagli esiti sorprendenti.

COME PROFUMARE CASA IN MODO NATURALE
Dagli spray in commercio alle candele profumate agli incensi, sono tante le soluzioni che ci permettono di profumare le stanze di casa. Sapete però che si tratta di metodi di profumazione degli ambienti domestici potenzialmente pericolosi a causa delle sostanze emesse? È quanto ha rilevato l’associazione Altroconsumo dopo aver messo alla prova i più comuni profumatori per ambienti. L’associazione li ha inseriti in una camera stagna in modo da verificarne le emissioni e ha verificato che esalano sostanze inquinanti e irritanti. Quindi possiamo usare le bucce degli agrumi per esempio tagliate sottili come un pot pourri.

DETERSIVO UNIVERSALE FAI DA TE
Preparare il detersivo in casa vi permetterà non solo di risparmiare ma anche di avere a disposizione un prodotto ecosostenibile, in grado di detergere le varie superfici senza però inquinare. Infatti la maggior parte dei detersivi in commercio, senza dubbio efficaci, contengono sostanze chimiche fortemente inquinanti e in alcuni casi anche nocive per la salute.

SALSA CON BUCCE DI MELA
Quelli che definiamo “scarti” in cucina, non lo sono affatto. Bucce di patate, mele, arance, mandarini e piselli possono essere adoperati per la preparazione di sfiziose ricette, così come le foglie del sedano, dei finocchi, dei cavoli, di carciofi tutti scarti che quotidianamente gettiamo nei rifiuti, quando se ben lavate e mondate si possono utilizzare per ottenere brodi, stufati, salse, sughi e molto altro.

RICETTA DEL LIMONCELLO
Perfetto per favorire la digestione dopo i pasti, il limoncello è uno dei liquori più apprezzati, meglio ancora se realizzato in casa. La sua preparazione richiede un po’ di tempo ma non è complicata: l’importante è scegliere bene gli ingredienti principali ossia i limoni che devono essere non trattati e se possibile quelli di Sorrento, dalla tipica forma ellittica e dalla buccia dal colore giallo citrino, ricca di oli essenziali. In alternativa, utilizzate i limoni coltivati in vaso sul terrazzo o nell’orto.

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie