Lo chef Ducasse ci mette a dieta

Negli ultimi anni, veri e propri generatori di tendenze a livello mondiale sono gli chef. La cucina sta diventando sempre più una vera e propria arte, capace di catalizzare le attenzioni di molti, nonché di valorizzare tradizioni e culture locali, ma anche di mantenere viva un’industria che sembra non sentire la crisi, con un giro d’affari che comprende ristoranti, sempre più diffusi punti vendita di cibo biologico e locale, ma anche libri, spettacoli televisivi e via dicendo.

E allora, da Parigi, capitale della moda, è ancora una volta uno chef a portare una nuova tendenza. Il grande maestro della cucina francese Alain Ducasse ha, infatti, annunciato che nel suo menù, previsto per la riapertura del ristorante dell’Hotel Plaza Athenee, sugli  Champs-Elysee a Parigi, non comparirà più la carne, sostituita da pesce, pescato solo in maniera sostenibile, cereali biologici e verdure a km zero, provenienti dal castello di Versailles.

Grande attenzione alle tematiche della sostenibilità, dunque. Il grande chef sostiene, infatti, che non solo è importante cominciare a consumare eticamente, in nome della limitatezza delle risorse terrestri, ma è anche importante imparare a mangiar sano.

Con l’intento di perseguire questo principio, Ducasse lancia una vera e propria lotta agli zuccheri, responsabili, insieme ai grassi, della pessima alimentazione che si è diffusa a livello mondiale, con innegabili conseguenze per la salute.

Dunque, nella cucina in precedenza valutata da tre stelle sulla guida Michelin, stop a burro e panna e alternative leggere anche per quanto riguarda i dessert. Peccato però che, insieme ai piatti, non risulterà alleggerito anche il conto del ristorante!

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie