Cina: inaugurate le prime piste per i pedoni con lo smartphone

Piste ciclabili per gli amanti degli smartphone. L’idea arriva dalla Cina, località Chongqing city, una delle cinque città principali del paese nella provincia del Sichuan sud-orientale . E’ stato tracciato un percorso ad hoc in un posto chiamato Foreigner Street. L’intento è quello di evitare gli incidenti causati dalla distrazione.

Le piste infatti sono divise in due corsie, “No Cellophones” e “Cellophones, cammina qui a tuo rischio” e si propongono di aiutare i pedoni a camminare nella giusta direzione, grazie ai segnali appositi disegnati sul marciapiede.

Circa due mesi fa, anche a Washington, è stato realizzato un rettilineo lungo il quale, in tutta tranquillità, è possibile inviare mail, scrivere sms e navigare in rete. Si tratta del marciapiede della 18th street nortwest, diviso in due da una doppia linea continua: un lato è riservato ai ciclisti e ai pedoni, l’atro ai già citati “addicted”. In realtà questo marciapiede non è stato pensato ad hoc dalle istituzioni locali, bensì si tratta di un test promosso da National geographic channel con l’intento di sperimentare, in vista di una prossima serie tv, i nuovi comportamenti umani, filmando le reazioni dei cittadini.

Nel luglio scorso, sempre in Cina  é stato condotto uno studio con l’obiettivo di sviluppare e validare una scala auto-somministrabile per la valutazione della dipendenza da smartphone, la Smartphone Addiction Inventory (SPAI). Due esperti nel campo delle dipendenze, hanno infatti modificato la Chen Internet Addiction Scale (CIAS), un questionario per la dipendenza da internet, adattandola alla dipendenza da smartphone. La SPAI é stata strutturata con l’obiettivo di indagare quattro aspetti relativi alla dipendenza: il comportamento compulsivo, la compromissione funzionale, il ritiro sociale e la tolleranza.

Sono state inoltre aggiunte domande per valutare la sindrome della vibrazione fantasma e la sindrome da suoneria. Nello studio sono stati coinvolti 283 giovani adulti (260 maschi e 23 femmine, studenti di due università di Taiwan e utilizzatori di smartphone. L’analisi fattoriale esplorativa, il test per la coerenza interna, il test-retest e l’analisi di correlazione sono stati condotti per verificare l’affidabilità e la validità della SPAI. Inoltre, le correlazioni tra ogni sottoscala, vibrazioni fantasma e suoneria suono sono stati esplorati. Dai risultati é emerso che i sintomi della dipendenza da smartphone possono differire da quelli della dipendenza da Internet. Inoltre, data la bassa correlazione emersa, la vibrazione fantasma e sindrome da suoneria sembrerebbero essere entità indipendenti dalla dipendenza smartphone. E’ stata infine dimostrata l’affidabilità e la validità della SPAI che può essere considerato uno valido e affidabile strumento di screening auto-somministrato per identificare la dipendenza da smartphone.

Condividi questo articolo: 




 

Altre Notizie